CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

domenica 31 agosto 2014

Elegance Cafè, a settembre si riparte dal jazz

ROMA - Nuove date e nuovi artisti per il jazz club di Via Veneto, che anche nel mese di settembre non si ferma.
Tutti i giorni un concerto, tutti i giorni i migliori artisti della scena jazz romana e non, tutti ad ingresso libero. Situato nel cuore del centro storico della Capitale lungo la strada più famosa della Dolce Vita, Elegance Cafè è un locale che si propone come punto d'incontro che mescola diverse tipologie di clienti da Roma, dall'estero e da tutto il mondo, i frequentatori dell'Elegance Cafè si riuniscono in un ambiente esclusivo e ricercato. Ideale per colazioni di lavoro a pranzo offre giornalmente ai propri clienti una vasta scelta di proposte enogastronomiche. Al calar delle luci si trasforma nel luogo perfetto per un aperitivo con gli amici, nell'elegante sala interna climatizzata oppure nel comodo salotto su strada. Per poi arrivare al momento dinner dove la carta del menu è continuamente aggiornata per soddisfare i palati più esigenti con offerte di crudi di carne e di pesce e una selezione di dolci raffinati.
Da cornice a tutto ciò una programmazione di musica live che offre giornalmente i migliori artisti che calcano i palchi nazionali e internazionali proponendo una selezione di jazz, swing, nu jazz, smooth jazz, easy jazz e tutte le sue contaminazioni e per i gusti più adulti e raffinati. La serata prosegue con un drink nel cocktail bar, che si propone di perseguire la strada del buon bere con prodotti di altissima qualità. Il maestro barman vi stupirà con un'offerta sempre varia e accattivante di proposte giovani e fresche, oppure usufruire dell'ampia carta dei vini presentata dall'esperto sommelier per continuare fino a tarda notte a godere l'atmosfera unica che si vive all'Elegance Cafè.
Nella foto Lady Laura & Mr. Max Swing, che saranno tra i protagonisti del cartellone musicale di settembre.

Elegance Café
Via Vittorio Veneto 83/87 - Roma
Infoline 0642016745
Ingresso Libero
Da domenica a venerdì ore 22.30
Sabato ore 23

Il programma di settembre (NUOVI ORARI da domenica a venerdì ore 22.30 Sabato ore 23)

Lunedì 1 - Dario Daneluz Trio
Martedì 2 - Marta Capponi Bossa Jazz Quartet  
Mercoledì 3 - High Times Hard Times Quartet
Giovedì 4 - Batucada Quartet
Venerdì 5 - Stuff Like That Quartet
Sabato 6 - Old's Cool Quartet
Domenica 7 - Tumbaito Latin Combo Quintet
Lunedì 8 - Swing Dreams
Martedì 9 - Radical Gipsy Trio
Mercoledì 10 - Veronica Fascione Quartet
Giovedì 11 - Stefano Carboni Quartet
Venerdì 12 - Fabio Garzia Impact Quartet
Sabato 13 - Pierluca Buonfrate Italiamericana  Quartet
Domenica 14 - Andrea Pagani Trio
Lunedì 15 - Lady Laura & Mr. Max Swing Band Quintet
Martedì 16 - Smooth Quartet
Mercoledì 17 - Da Nu Jazz Quartet
Giovedì 18 - Batucada Quartet
Venerdì 19 - Stefano Carboni Quartet
Sabato 20 - Jazz Conversion Quartet
Domenica 21 - Tumbaito Latin Combo Quintet
Lunedì 22 - Quartetto Alvorada
Martedì 23 - Radical Gipsy Trio
Mercoledì 24 - Dario Daneluz Trio
Giovedì 25 - Priscilla Bai Jazz Trio
Venerdì 26 - Jazz Conversion Quartet
Sabato 27 - Sade Songs Tribute Band Quintet
Domenica 28 - Stuff Like That Quartet
Lunedì 29 - Old's Cool Quartet
Martedì 30 - Trio Acoustic Time



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


FontanonEstate: programma settimanale dall'1 al 7 settembre






FONTANONESTATE 2014
XIX EDIZIONE
21 LUGLIO – 7 SETTEMBRE


PROGRAMMA SETTIMANALE DALL'1 AL 7 SETTEMBRE

lun 1 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
DE RERUM NATURA
altri frammenti
IV

di Tito Lucrezio Caro
a cura di Enzo Aronica
con Roberto Herlitzka
in collaborazione con n[ever]land

Tra scienza e poesia, le parole del poeta si addentrano con laicità nella "Natura delle Cose", all'interno della quale l'Uomo si scopre vittima di passioni che non riesce a comprendere. Un grande interprete del teatro italiano si confronta con una raffinatissima traduzione in terzine dantesche del classico latino della nostra letteratura.

Immagine scaricabile al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/DE%20RERUM%20NATURA/Roberto%20Herlitzka.jpg


mar 2 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA
di Dario Fo e Franca Rame
regia Carlo Emilio Lerici
con Antonio Salines, Francesca Bianco e con Carlo Emilio Lerici
scene e costumi Giuseppe Lorenzo
musiche originali DJ Atomic Aldho

A grande richiesta tornano Antonio Salines, Francesca Bianco e Carlo Emilio Lerici con un testo straordinario sulla relazione di coppia scritto da Dario Fo e Franca Rame, la cui forza e attualità risultano più che mai evidenti. Nulla sembra essere cambiato rispetto a trent'anni fa. Si finge una parità, una normalità, ma le conquiste delle donne e il rapporto con l'altro, sono sempre al limite.
La commedia, un'ora e dieci di puro divertimento, è una sorta di vaudeville sulla liberalizzazione della vita coniugale, degna del miglior Feydeau, al quale l'ironia surreale di Fo sembra ispirarsi.

Immagine scaricabile al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/COPPIA%20APERTA%20QUASI%20SPALANCATA/Salines%20e%20Bianco%20in%20coppia-aperta.jpg


mer 3 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
FONTANONE CLASSICA IV EDIZIONE
…DALLA RUSSIA A RIO!
Duo pianistico Capitelli-Calvani, due pianoforti e pianoforte a quattro mani
musiche di Rossini, Mozart, Tchaikovsky, Millhaud
Il Duo Capitelli-Calvani ama definirsi ironicamente "Orchestra in 20 dita" poichè ha orientato la scelta dei propri programmi da concerto verso trascrizioni di brani provenienti da altri repertori come quello sinfonico o operistico.
Di recente costituzione, l'ensemble formato dai due pianisti romani ha debuttato in Francia nel 2011 ricevendo riscontri positivi dal pubblico e dalla critica locale. Nelle due stagioni successive  si è esibito in Belgio, Germani, Francia e Italia. Ampio spazio, all'interno dei programmi proposti, trovano le trascrizioni delle pagine più rappresentative del grande repertorio italiano.
Per info: www.andreacalvani.it / www.adolfocapitelli.it

Programma
P. I. Tchaikovsky (1840-1893)
Suite Lo Schiaccianoci
•    Ouverture
•    Marcia
•    Danza della Fata Confetto
•    Danza russa - Trepak
•    Danza araba
•    Danza cinese
•    Danza degli zufoli
•    Valzer dei fiori

W. A. Mozart (1756-1791)
Sonata per due pianoforti K 448
•    Allegro con spirito
•    Andante
•    Allegro di molto

D. Milhaud (1892-1974)
Scaramouche
•    Vif
•    Modéré
•    Brasileira

Immagine scaricabile al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/FONTANONECLASSICA%20-%20DALLA%20RUSSIA%20A%20RIO/3settembre_CapitelliCalvani.jpg

******

PALCO PICCOLO, Ore 22,15
CONDANNATO A MORTE THE PUNK VERSION
di Davide Sacco da Victor Hugo
regia Davide Sacco
con Orazio Cerino
musiche Davide Sacco
scene Luigi Sacco
"Condannato a morte. The punk version"
Regia: Davide Sacco
Interprete: Orazio Cerino
Costumi: Clelia Bove
Musiche eseguite dal vivo da Martina Angelucci

Condannato a morte. The punk version è un'esperienza di vita, più che uno spettacolo in senso stretto. Tratto da L'ultimo giorno di un condannato a morte, pubblicato da Victor Hugo nel 1829, l'adattamento di Davide Sacco, anche regista, si assume l'arduo compito di rappresentare un tema ancora attuale in molti paesi del mondo, la pena capitale. In una sorta di arena/aula di tribunale, l'attore Orazio Cerino, che da solo interpreta più ruoli, è in gabbia e scalpita per esprimere le sue ragioni contro quella di Stato e il senso comune di 'giustizia'. Il pubblico è parte integrante della messinscena, sia per la disposizione dello spazio scenico , che circonda e delimita l'area della rappresentazione, sia perché è proprio ad esso che l'attore si rivolge per descrivere i propri stati d'animo e con esso interagisce più volte, nel corso dello spettacolo. A sottolineare ancora di più tale integrazione, il ruolo affidato agli spettatori che si trasformano nel principale antagonista dell'attore quando costretti a recitare durante la rappresentazione e nel finale ad  indossare quegli stessi cappucci di boia che per un intero spettacolo anno considerato come il male. L'attualità di Hugo è rispettata e sottolineata dall'utilizzo di un linguaggio proveniente direttamente  dal testo originale, reso ancora più moderno e alternativo dai costumi e dalle scelte registiche, molto attente alla dinamicità della scena e ad emozionare, mantenendo costantemente viva l'attenzione dello spettatore. E, d'altronde, si narra di un processo, dell'ultima notte di un condannato a morte, dei pensieri che lo attanagliano, del diniego di una vita a cui si sta per dare termine e di una domanda - perché? – a cui non c'è risposta possibile da dare. Condannato a morte. The Punk Version rappresenta il sentimento di angoscia che dalla parola scritta si fa spettacolo, l'ansia dell'ineluttabile, l'urlo disperato di una bestia in gabbia che sa di dover andare al macello. È il racconto di un animale proprio perché, senza scelta, l'uomo perde la sua stessa umanità. Così come latita in chi per primo si sporca le mani del suo sangue: i giudici, i mandanti ma, più di tutti, coloro che  non fanno e non hanno fatto niente per impedirlo. Perché i veri colpevoli, alla fine di tutto, sono proprio gli indifferenti, tutti coloro che si nascondono dietro al cappuccio del 'non ci riguarda' e fanno sì che, ancora oggi, brutture del genere sporchino il mondo in cui viviamo. E queste persone, spesso, siamo proprio noi che ci giriamo dall'altra parte, senza il coraggio di ribellarci, mai.
Lo spettacolo è andato in scena, il 2 maggio scorso, in anteprima sotto forma di studio al Festival di Torre del Greco (NA) Le stanze dell'Arte.
Come già avvenuto durante il Festival, allo spettacolo seguirà un dibattito sulla pena di morte che sarà condotto da alcuni esponenti di Amnesty International.

Immagine scaricabile al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/CONDANNATO%20A%20MORTE/orazioCondannato.jpg


gio 4 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
ARIA
TRA TERRA E CIELO

di Mimma Scigliano
con Gianni De Feo
al pianoforte Giovanni Monti
scene e costumi Roberto Rinaldi

Un viaggiatore proveniente da uno spazio e da un tempo indefiniti ripercorre le tappe del suo esistere. Il suo vagare è ciclico, fatto di partenze e di ritorni. Come dal suono di un carillon riaffiorano le memorie, riemergono i sapori dell'infanzia. I ricordi delle filastrocche raccontate dalla nonna davanti al fuoco del caminetto fanno rivivere "sensuale" Ilmatar, figlia del Vento, giovane fanciulla eterea che, attratta dal dirompente turbinio delle acque, si unisce al mare in un vorticoso amplesso generatore dal quale Terra ha la sua origine.
In quest'atmosfera mitologica, favolistica e carnale al tempo stesso, il viaggiatore rivive il suo percorso di uomo partorito dalle viscere di Terra. Il ritmo dello spettacolo è scandito da alcune canzoni tra quelle più note dei cantautori italiani e francesi dipanandosi come fil rouge attraverso gli elementi della trama.

Immagini scaricabili al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/ARIA%20TRA%20TERRA%20E%20CIELO/Aria%20tra%20terra%20e%20fuoco.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/ARIA%20TRA%20TERRA%20E%20CIELO/IMG_1774.jpg

******

PALCO PICCOLO, Ore 22,15
AMOROSI ASSASSINI
FACCIAMO FINTA DI NIENTE, DAI…

di e con Valeria Perdonò
al pianoforte Emiliano Paterlini

Amorosi Assassini è il titolo di un saggio edito da Laterza nel 2006: 13 giornaliste e scrittrici raccontano casi di violenza su donne avvenuti in quell'anno, Mariti, compagni o ex amanti che uccidono, e famiglie che spesso sotterrano e nascondono. Una storia in particolare, quella di Francesca Baliani, l'unica con un lieto fine, se così si può dire: Francesca è stata quasi uccisa dal suo ex marito ma si è salvata per miracolo, ed è riuscita a ricominciare una nuova vita.
Il filo conduttore di una riflessione, per dare un segnale positivo e di speranza. Alla violenza di questa storia, si accompagna tutta l'ironia e la leggerezza che contraddistinguono Valeria Perdonò come donna e come attrice.

Immagine scaricabile al seguente link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/AMOROSI%20ASSASSINI/foto.jpg


ven 5 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
COVER. STAIRWAY TO HEAVEN
di e con Caterina Genta e Marco Schiavoni
con l'amichevole partecipazioni di
Fabio Nardelli (rockband Uniplux in video)
Davide Alivernini (arrangiamento e clarinetto)
e la partecipazione speciale di
Shel Shapiro (in video)
e Alessandro Gassmann (voice over)
costumi Monica Guadagnini

Uno spettacolo multimediale giocato sull'anima, o meglio su quel repertorio musicale che attraverso la purezza dei testi, l'emotività delle melodie, la costruzione di sonorità coinvolgenti ed eterne alla memoria, risveglia desideri di bellezza e poesia, accende coraggio e speranza, infonde entusiasmo e gioia di vivere. Un vero e proprio esperimento subliminale in cui musica dal vivo, interpretazione vocale-danzata e videografie - che "fuoriescono" dallo schermo quali veri e propri personaggi drammaturgici - ben si amalgamano al repertorio musicale prescelto.
Dedicato a chi ha il coraggio di credere in un mondo migliore
Non esistono terre pure o terre impure di per sè. La differenza sta unicamente nella bontà o malvagità della nostra mente.
Nichiren Daishonin (monaco buddista giapponese del XIII secolo)


Immagini scaricabili ai seguenti link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/COVER/734567_10201322275569843_911669968489182745_n.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/COVER/1897928_10201322268369663_6846966045794386504_n.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/COVER/10277110_10201322276809874_2823820099819731896_n.jpg

******

PALCO PICCOLO, Ore 22,15
FAMOSA
di e con Alessandra Mortelliti
regia Rocco Mortelliti
musiche Paola Ghigo
Finalista concorso letterario PER VOCE SOLA 2010
Edito da Nerosubianco edizioni
Con il patrocinio di MIT – Movimento Identità Transessuale

Rocco Fiorella è un ragazzino di quindici anni cresciuto nella provincia ciociara più sperduta. Nato nella convinzione di essere una ragazza mancata a causa di un "errore genitale", ha un unico grande sogno: diventare famosa.
Le sue giornate trascorrono faticosamente tra gli insulti dei paesani, le botte del padre che non accetta un figlio "invertito" e "ritardato", le crisi isteriche di una madre posseduta dal demonio, l'ostilità di insegnanti e compagni di scuola, il lavoro al supermercato. Il suo principale rifugio, la televisione e quei programmi che ti danno la possibilità di "diventare qualcuno". Proprio quando non sembrano più esserci speranze di fuggire dal paese "merdoso", ecco l'annuncio in televisione: a Cinecittà, aperte le selezioni di cantanti, attori e ballerini. Questa l'occasione che Rocco stava aspettando da anni. Ma sarà costretto a scontarsi con una realtà ancora più ostile e spietata in cui il suo essere "diverso" scatenerà, suo malgrado, un' escalation di violenza.

Immagini scaricabili ai seguenti link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/FAMOSA/DSC_0031EXPO.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/FAMOSA/DSC_0050EXPO.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/FAMOSA/Famosa-A.-Mortelliti1.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/FAMOSA/images.jpg


sab 6 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
DEVE TRATTARSI DI AUTENTICO AMORE PER LA VITA
da Diario 1941-1943
di Etty Hillesum
con Laura Marinoni
musiche dal vivo Gian Mario Conti
drammaturgia Giulia Calligaro

Negli anni '40, mentre l'Europa sprofondava in una delle sue stagioni più nere e il nazismo sfondava gli argini della disumanità, in Olanda, una giovane studiosa ebrea faceva il percorso inverso. E scalava a poco a poco le tappe dell'illuminazione.
Il reading propone, attraverso pagine scelte del diario, di ripercorrere l'evoluzione che in questa sua crescita interiore ebbe il concetto di Amore: l'amore terreno in principio, che affronta con grande passione sensoriale per tutte le manifestazioni vitali e uno strenuo tentativo di liberarsi da ogni tentazione di possesso dell'oggetto d'amore; l'amore per l'Umanità tutta poi, trascendendo l'amore per il singolo verso una dimensione più cosmica, e infine l'amore divino, pur restando di una commovente tenerezza umana, quando affronta ogni capitolo della sua storia e della Storia completamente affidata alle braccia di un Dio immenso ma intimo che ha dissotterrato dentro di sé.
Etty Hillesum muore a Auschwitz nel 1943.  

Immagini scaricabili ai seguenti link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/DEVE%20TRATTARDI%20DI/marinoni_fotoLovino.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/DEVE%20TRATTARDI%20DI/gian%20mario%20conti.jpg


dom 7 settembre
PALCO GRANDE, Ore 21
MEGLIO SOLIS CHE MALE ACCOMPAGNATI
Solis String Quartet + Lello Arena

Il concerto del celebre e raffinato quartetto d'archi formato da Vincenzo Di Donna (Violino), Gerardo Morrone (Viola), Luigi De Maio (Violino) Antonio Di Francia (Cello) sarà condito in anteprima dalle incursioni comiche del poliedrico attore napoletano…

Immagini scaricabili ai seguenti link:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/MEGLIO%20SOLIS/Lello%20Arena.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/MEGLIO%20SOLIS/solis1.jpg
https://dl.dropboxusercontent.com/u/108859712/FONTANONESTATE%202014/MEGLIO%20SOLIS/solis2.jpg


Festival di particolare interesse per la vita culturale della Città, FontanonEstate è realizzato con il sostegno di Roma Capitale, in collaborazione con Acea e Siae ed è inserito nel cartellone dell'Estate Romana 2014.



Fontanonestate 2014 - XIX edizione
21 luglio – 7 settembre
Fontanone del Gianicolo – via Garibaldi, 30 – Roma

Direzione artistica
Enzo Aronica, Riccardo Barbera, Roberto Della Casa

Palco grande: Parco della Rimembranza ore 21:00
Palco piccolo: Giardino dell'Acqua Paola ore 22:15

In caso di pioggia gli spettacoli saranno ospitati al Teatro Belli  piazza di s. Apollonia 11a Trastevere

Biglietti da 20 a 12

Infoline 06 5883226 – info@fontanonestate.it


Una rassegna in collaborazione con:


 Partners:


 






--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Elegance Cafè, a settembre si riparte dal jazz


 

ROMA - Nuove date e nuovi artisti per il jazz club di Via Veneto, che anche nel mese di settembre non si ferma.

Tutti i giorni un concerto, tutti i giorni i migliori artisti della scena jazz romana e non, tutti ad ingresso libero. Situato nel cuore del centro storico della Capitale lungo la strada più famosa della Dolce Vita, Elegance Cafè è un locale che si propone come punto d'incontro che mescola diverse tipologie di clienti da Roma, dall'estero e da tutto il mondo, i frequentatori dell'Elegance Cafè si riuniscono in un ambiente esclusivo e ricercato. Ideale per colazioni di lavoro a pranzo offre giornalmente ai propri clienti una vasta scelta di proposte enogastronomiche. Al calar delle luci si trasforma nel luogo perfetto per un aperitivo con gli amici, nell'elegante sala interna climatizzata oppure nel comodo salotto su strada. Per poi arrivare al momento dinner dove la carta del menu è continuamente aggiornata per soddisfare i palati più esigenti con offerte di crudi di carne e di pesce e una selezione di dolci raffinati.

Da cornice a tutto ciò una programmazione di musica live che offre giornalmente i migliori artisti che calcano i palchi nazionali e internazionali proponendo una selezione di jazz, swing, nu jazz, smooth jazz, easy jazz e tutte le sue contaminazioni e per i gusti più adulti e raffinati. La serata prosegue con un drink nel cocktail bar, che si propone di perseguire la strada del buon bere con prodotti di altissima qualità. Il maestro barman vi stupirà con un'offerta sempre varia e accattivante di proposte giovani e fresche, oppure usufruire dell'ampia carta dei vini presentata dall'esperto sommelier per continuare fino a tarda notte a godere l'atmosfera unica che si vive all'Elegance Cafè.

Nella foto Lady Laura & Mr. Max Swing, che saranno tra i protagonisti del cartellone musicale di settembre.

 

Elegance Café

Via Vittorio Veneto 83/87 - Roma

Infoline 0642016745

Ingresso Libero

Da domenica a venerdì ore 22.30

Sabato ore 23

 

Il programma di settembre (NUOVI ORARI da domenica a venerdì ore 22.30 Sabato ore 23)

 

Lunedì 1 - Dario Daneluz Trio

Martedì 2 - Marta Capponi Bossa Jazz Quartet  

Mercoledì 3 - High Times Hard Times Quartet

Giovedì 4 - Batucada Quartet

Venerdì 5 - Stuff Like That Quartet

Sabato 6 - Old's Cool Quartet

Domenica 7 - Tumbaito Latin Combo Quintet

Lunedì 8 - Swing Dreams

Martedì 9 - Radical Gipsy Trio

Mercoledì 10 - Veronica Fascione Quartet

Giovedì 11 - Stefano Carboni Quartet

Venerdì 12 - Fabio Garzia Impact Quartet

Sabato 13 - Pierluca Buonfrate Italiamericana  Quartet

Domenica 14 - Andrea Pagani Trio

Lunedì 15 - Lady Laura & Mr. Max Swing Band Quintet

Martedì 16 - Smooth Quartet

Mercoledì 17 - Da Nu Jazz Quartet

Giovedì 18 - Batucada Quartet

Venerdì 19 - Stefano Carboni Quartet

Sabato 20 - Jazz Conversion Quartet

Domenica 21 - Tumbaito Latin Combo Quintet

Lunedì 22 - Quartetto Alvorada

Martedì 23 - Radical Gipsy Trio

Mercoledì 24 - Dario Daneluz Trio

Giovedì 25 - Priscilla Bai Jazz Trio

Venerdì 26 - Jazz Conversion Quartet

Sabato 27 - Sade Songs Tribute Band Quintet

Domenica 28 - Stuff Like That Quartet

Lunedì 29 - Old's Cool Quartet

Martedì 30 - Trio Acoustic Time

 



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 29 agosto 2014

GENDER DOCUFILM FEST al Gay Village

Torna al Gay Village, per la quinta edizione, il Gender Docufilm Fest, a cura  di Giona Nazzaro. 

Sette lavori cinematografici, tra documentari, film e cortometraggi, incentrati sul tema dell'identità di genere


                                                                                                                                             
4-5-6  settembre 2014
GENDER DOCUFILM FEST 2014

I SUOI PRIMI 5 ANNI

Direzione artistica Giona A Nazzaro

Cinque anni fa nasceva il Gender DocuFilm Fest. Una scommessa nata per la determinazione di Imma Battaglia cui basta accennare una possibilità per attivare energie e risorse. Un piccolo festival cinematografico, nel cuore del Gay Village, evento cardine dell'estate romana.

Nel corso di cinque anni sono transitati per il GDFF numerosi autori, premiati in festival internazionali.
Ultimo in ordine di tempo, Jan Soldat, vincitore del premio per il miglior cortometraggio con Der Unfertige (L'incompleto) presentato a Cinema XXI nell'ambito della scorsa edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, del quale il GDFF ha presentato A Weekend in Germany (Un fine settimana in Germania).

Pur nelle dimensioni ridotte di un cinema all'aperto, il GDFF si è affermato come un luogo nel quale discutere e, soprattutto, vedere del cinema documentario libero e indipendenti da qualsiasi tipo di costrizione: formale, linguistica, estetica e politica.

Un luogo di libertà, insomma, nel quale le tematiche inerenti al Gender si sono potuto intrecciare e affrontare da angolazioni inedite e persino impreviste.
Un'occasione, dunque, per celebrare questi primi cinque anni di un minuscolo festival nato come una scommessa per scuotere un panorama culturale (ir)ragionevolmente ancorato alle proprie certezze.
Un'occasione, quindi, per parlare di ritardi ma anche di urgenze e territori(o). 

Con la consapevolezza che cinque anni, anche se rappresentano un piccolo traguardo importante, non sono altro che il pungolo ad andare oltre e ad alzare la barra delle ambizioni perché, si sa, l'impegno continua.

Nel corso degli anni, pur avendo presentato film provenienti da (quasi) ogni angolo del mondo, la produzione italiana risultava purtroppo poco rappresentata, nonostante la straordinaria fioritura del cinema del reale di cui ha beneficiato il nostro cinema negli ultimi due decenni.

Quest'anno, finalmente, possiamo presentare dei lavori di autori italiani che affrontato le numerose problematiche inerenti al gender e alla sua rappresentazione in forme originali e politicamente avvertite. Tra questi: in apertura del Festival giovedì 4 settembre CORPO A CORPO di Mario Brenta e Karine de Villers, con Pippo Delbono e la sua compagnia stabile. 

Pippo Delbono è la voce più importante e originale del teatro italiano degli ultimi due decenni. Artista completo a 360 gradi, corpo multilinguistico, dichiaratamente omosessuale, incurante di qualsiasi categoria, Delbono si muove fra teatro, danza e cinema in corpo a corpo con il linguaggio delle forme espressive che Brenta e de Villers hanno colto nel processo del suo farsi. 

Venerdì 5 settembre saranno due le visioni imperdibili. Si inizia con FUORISTRADA di Elisa Amoruso, con Giuseppe Della Pelle (Beatrice), Marianna Dadiloveanu, Daniele Acciobanidei.  Arrivato in inverno al Cinema Aquila di Roma per rimanerci una settimana, ha raggiunto i due mesi di programmazione diventando il cult della stagione. Racconta la storia di un amore, che unisce una famiglia non convenzionale, in un paese spesso troppo convenzionale. 

Dopo Fuoristrada, sempre venerdì 5 settembre sarà la volta di un cortometraggio italiano di 4', anche questo arricchito  da premi e riconoscimenti. Si tratta di LUIGI E VINCENZO di Giuseppe Bucci, con Francesco Paolantoni e Patrizio Rispo . Narra di una coppia che ha sempre vissuto di nascosto il proprio amore. Quattro intensi minuti, celebrati ovunque nel mondo. Omaggio a un corto di finzione che ha lasciato il segno.

PROGRAMMA 2014
Giovedì 04/09
-      CORPO A CORPO di Mario Brenta e Karine de Villers –interpreti Pippo Delbono e la sua compagnia stabile. Italia, 2013, 90'
Pippo Delbono è la voce più importante e originale del teatro italiano degli ultimi due decenni. Artista completo a 360 gradi, corpo multilinguistico, dichiaratamente omosessuale, incurante di qualsiasi categoria, Delbono si muove fra teatro, danza e cinema in corpo a corpo con il linguaggio delle forme espressive che Brenta e de Villers hanno colto nel processo del suo farsi.
Un viaggio in una passione sensuale per la bellezza e il rischio che non ha eguali nella cultura odierna.
Dopo le polemiche su Sangue, il suo film con l'ex brigatista Giovanni Senzani, Corpo a corpo permette di entrare nel vivo dell'arte di Delbono. 
Diretto da Mario Brenta, allievo di Ermanno Olmi, Gran Premio della Giuria Film et Jeunesse al Festival di Cannes per Maicol nel 1988, Corpo a corpo è il primo documentario che ha potuto guardare dietro le quinte del lavoro di Delbono
Con la collaborazione di Karine de Villiers, Brenta ha seguito momento per momento la creazione dello spettacolo Orchidee, creando un controcampo perfetto al lavoro di Delbono. 

-      COME ON, SCUMBAGS di Madina Mustafina Janatovna – 62'
Zenya è una bellissima ragazza. La scienza ufficiale, per quelle come lei, ha un nome: ermafrodito. Zenya, incurante delle categorie, non pensa ad altro che a vivere la sua vita libera da pregiudizi. Dal Kazakhstan, un intenso ritratto di un'identità colta nel suo farsi gioioso e rivoluzionario.

Venerdì 05/09
-      CHANGE OVER TIME di Ewan Duarte (cortometraggio) – 7'
Un viaggio poetico e sperimentale in una metamorfosi. Il sogno di diventare se stessi.
-       FUORISTRADA di Elisa Amoruso – 70' Con Giuseppe Della Pelle (Beatrice)
Marianna Dadiloveanu, Daniele Acciobanidei

Pino è Bea. Un'officina meccanica. Una vita sentimentale piena e soddisfacente. Una sfida alle convenzioni. Una storia italiana, anzi "romana". Un film sorprendente e libero come la vita di Bea.
Pino/Beatrice è un meccanico, campione di rally, transessuale. Nel suo percorso di trasformazione, incontra Marianna, una donna rumena che fa da badante a sua madre, se ne innamora e decide di sposarla. Marianna lo accetta così com'è, con la sua diversità e fragilità e due anni fa riescono a sposarsi a Nemi, entrambe vestite da sposa. Pino/Beatrice è sia moglie che marito e sia padre che madre per il figlio di Marianna, che è parte della loro famiglia.

-      LUIGI E VINCENZO di Giuseppe Bucci (cortometraggio) – 4', con Francesco Paolantoni e Patrizio Rispo 
Una coppia che ha sempre vissuto di nascosto il proprio amore. Quattro intensi minuti, celebrati ovunque nel mondo. Omaggio a un corto di finzione che ha lasciato il segno.
A  10 mesi dall'anteprima a Napoli ha  debuttato in luglio a York al New Fest The NYC LGBT Film Festival come unico rappresentante. Un finale entusiasmante di questa stagione che ha fatto di "Luigi e Vincenzo" un cortometraggio italiano da record nei Festival glbt. New York, Los Angeles (il leggendario OutFest), San Francisco (primo Festival glbt del mondo!), Miami, Seattle, Toronto, Montrèal, sono il Top dei Festival Americani.
Poi Barcellona, Amsterdam, Copenaghen, Atene, Helsinky, Copenaghen, fino ad arrivare a Taiwan, Mumbai.
La vittoria al "10 grands moments de solitude" di Parigi ha consentito  addirittura un passaggio negli eventi collaterali della Queer Palm al Festival di Cannes.
In Italia il grande onore della presenza al Torino glbt e della vittoria  del  Florence Queer Festival  (poi Palermo, Cagliari, Mix Milano...).
Ma "Luigi e Vincenzo" non è stato solo il corto glbt italiano di maggiore  successo della stagione Festivaliera glbt.
Nei Festival "generalisti" ha vinto il premio al miglior soggetto originale  al  prestigioso "Sorridendo Festival Cinecittà" e i protagonisti sono stati premiati al Pompei Cinema Festival e dall' SPI  CGIL Campania Award


Sabato 06/09
-      UNIQUE di Gianni Torres – 75'
"Unique", il documentario di Gianni Torres che racconta 5 storie uniche al mondo per comprendere le identità di genere,  ha nel primo episodio la fragorosa risposta italiana al fenomeno internazionale pop di Conchita Wurst:  è Emily De Salve, leccese,  è la prima transessuale al mondo ad essere una cantante lirica baritonale, è la prima ad essere stata ammessa in un conservatorio musicale pubblico dopo un triste rifiuto, è la prima a cantare costantemente nelle chiese italiane con la sua voce da baritono e il suo aspetto da donna.  
Lo scorso luglio, Emily è diventata la prima trans diplomata in un conservatorio musicale pubblico italiano. Non stupisce che la musica "colta" , proprio dall'Italia, abbia da dire qualcosa sulle questioni di genere nello spettacolo.  "So poco o nulla di Conchita" – dice Emily De Salve – "certamente l'impegno e lo studio che si devono avere nella lirica, è tutt'altra cosa. Io, per amore della lirica, sono disposta a travestirmi da uomo solo in scena, nella vita no. Un agente importante voleva che facessi un'audizione vestita da uomo, per non indisporre i selezionatori, ovviamente non ci sono andata. Esigo rispetto nella vita, vivo da donna e sono certa che quando mi si ascolta, si dimentica il mio aspetto fisico".  Emily De Salve  sarà anche la prima trans al mondo a cantare in un'Opera scritta tenendo conto della sua identità di genere che verrà presentata nella prossima Biennale di Venezia in ottobre.

-      LEI E' MIO MARITO di Annamaria Gallone e Gloria Aura Bortolini – 50'
Un avvocato trova finalmente il coraggio e la determinazione per dare corpo alla sua identità femminile in un percorso di apprendistato appassionante e profondo. Un corpo a cuore radicale.


 
     GAY VILLAGE 2014 –XIII Edizione
Dal 19 giugno al 13 settembre 2014
Dal giovedì al sabato - Ingresso gratuito dalle 20.00 alle 21.00
Giovedì: 8 € - Venerdì: 10 € - Sabato: 18 € (compresa consumazione)
Roma Eur - Parco del Ninfeo - Via delle Tre Fontane angolo Via dell'Agricoltura
Info: 393 0046560– www.gayvillage.it



--
Redazione del CorrieredelWeb.it

Estatica: gran finale domani 30 agosto con Antonella Ruggiero


GRAN FINALE PER ESTATICA.
Antonella Ruggiero conclude la stagione 2014 con "Stralunato recital"
e un'orchestra di 60 elementi.

La quinta edizione di Estatica, la manifestazione organizzata dal porto turistico Marina di Pescara e dalla CCIAA di Pescara, si conclude domani, sabato 30 agosto, con il concerto di Antonella Ruggiero "Stralunato Recital", che chiude anche la rassegna "Concerti sotto le stelle".
Dalle 21,30 la più eclettica e versatile tra le cantanti italiane si esibirà nell'arena del porto turistico "Marina di Pescara" accompagnata dal chitarrista e compositore Maurizio Di Fulvio e l'orchestra pop-sinfonica di 60 elementi "Tchaikovsky", diretta da Leonardo Quadrini. Il costo dell'ingresso è di 10 €. Sono consigliati la prenotazione del biglietto al numero 347/5388836 oppure l'acquisto on line su ciaotickets.com: l'arena sarà aperta al pubblico fino alla capienza consentita. (credit photo: Piero Biason).

Antonella Ruggiero è stata membro fondatore nel 1975 dei Matia Bazar, gruppo pop-leggero con il quale ha raggiunto la fama in Italia e nel mondo vendendo milioni di dischi, che ha lasciato nel 1989 per la carriera solista. Dotata di un'elevatissima estensione vocale, unita ad una timbrica ed una tecnica vocale che le permettono di passare dal registro pop a quello lirico di soprano leggero, presta la sua cristallina voce ad un repertorio eterogeneo per cultura e provenienza, distinguendosi anche nel genere della world music.
Maurizio Di Fulvio, chitarrista e compositore, svolge una brillante carriera concertistica su scala mondiale in qualità di solista e con formazioni varie, suonando nei maggiori festival a fianco dei più autorevoli musicisti, con lodevoli testimonianze di pubblico e di critica.
L'orchestra sinfonica "Tchaikovsky" è formata da 60 strumentisti. Fondata nel 1992 nella Repubblica di Udmurtia (Russia), territorio di grande tradizione musicale, noto per aver dato i natali al grande compositore russo P. J. Tchaikovsky, oggi l'Orchestra ha raggiunto un altissimo livello qualitativo con 900 titoli in repertorio. La direzione è affidata a Leonardo Quadrini, personaggio di spicco della scena internazionale, che ha diretto circa 2500 concerti nei 5 continenti e nelle maggiori capitali e inciso 15 cd e 2 dvd. 



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Il TrentinoInJazz continua a settembre con Shamanes e FaReJazz Big Band



I due concerti del cartellone di settembre, due omaggi speciali: il 2 a Alba di Canazei il tributo a Carlos Santana, il 6 a Pergine Valsugana i 40 anni di attività della Big Swing Orchestra

TrentinoInJazz 2014: Shamanes e FaRe Jazz Big Band!



Trentino Jazz
Fondazione CARITRO
Provincia autonoma di Trento
Regione Autonoma Trentino Alto Adige
Scuola Musicale Eccher

sono lieti di presentare:

TRENTINOINJAZZ 2014
...battendo nuove vie...


Martedì 2 settembre 2014 
ore 14.00 
Ciampac - Alba di Canazei (TN)
SHAMANES - Carlos Santana Tribute Band


Sabato 6 Settembre 2014
ore 21.00 
Teatro Comunale
Pergine Valsugana (TN)
Dalla Big Swing Orchestra alla FaReJazz Big Band:
40 anni di Big Band a Pergine

ingresso 5 euro

Dopo un fitto calendario di concerti tra luglio e agosto, arrivano le due date di settembre per il TrentinoInJazz 2014, in attesa del cartellone autunnale che partirà il 15 ottobre. Si tratta di due concerti di omaggio, assai diversi nella musica ma entrambi sinceri nell'approccio e nello spirito. Concerto in alta quota il 2 settembre con gli Shamanes, l'apprezzata band di Bolzano che offrirà il suo personale tributo alla musica di Carlos SantanaIl repertorio della Shamanes Band propone tutti i brani del celebre Abraxas, altre a molti altri composti verso la metà degli anni settanta, i più prolifici e creativi di Santana. Il settetto è composto da Bruno Festini (voce), Michele Ometto (chitarra), Roberto Gorgazzini (tastiere), Maurizio Conta (basso), Sandro Giudici (batteria), Jesus Alvarez, Ray El Molinero e Ivo Cestari (percussioni).

Il 6 settembre, al Teatro Comunale di Pergine, un altro omaggio, stavolta alla Big Swing Orchestraper i suoi 40 anni di attività, e ovviamente alla figura di Attilio Donadio, già Direttore della stessa Big Band. Del tributo se ne occupa FareJazz Big Band, l'affiatata orchestra jazz diretta da Stefano Colpi: nata nel 2004 come espressione di un laboratorio didattico iniziato all'interno del Valsugana Jazz Tour, coinvolge musicisti trentini della Valsugana e della Valle dell'Adige in gran parte non professionisti. FareJazz Big Band ha partecipato al Festival Jazz di Bolzano "Jazz & other", al Dolomiti Ski Jazz e all'edizione 2013 del TrentinoInJazz, suonando spesso con ospiti solisti sia in concerti in Italia che in Austria.

Dopo l'edizione di svolta del 2013, che ha convogliato sotto un'unica denominazione quattro rassegne che prima operavano separatamente (Sonata Islands, NonSole Jazz, Valsugana Jazz Tour e Lagarina Jazz), quest'anno il TrentinoInJazz rafforza l'unitarietà resistendo alla crisi e offrendo uncartellone corposo e variegato, puntando sulle diverse espressioni del jazz contemporaneo, con nomi italiani e stranieri nelle consuete location di sogno della provincia di Trento. Entusiasta e positivaChiara Biondani, presidente dell'Associazione TIJ: "Anche nel 2014 TrentinoInJazz conferma la sua vocazione a farsi rete, ribadendo l'unione di quattro festival con una storia importante e rilanciando ilmiglior antidoto alla crisi del settore musicale: un lungo cartellone, ingressi gratuiti e serate a "prezzo simbolico", proposte jazz per tutti i gusti, un'attenzione speciale da parte delle istituzioni pubbliche trentine per il turismo e la cultura declinati in musica".


Prossima data: 15 ottobre, Mediterraneo (Trento).

Calendario completo della rassegna___11 luglio-6 dicembre:

Mediapartners:

Jazzit: www.jazzit.it
Jazzitalia: www.jazzitalia.net
Senzabarcode: www.senzabarcode.it


Info:

0463/424310

TrentinoInJazz 2014 su Facebook:



--
Redazione del CorrieredelWeb.it

giovedì 28 agosto 2014

Elegance Cafè, a settembre si riparte dal jazz



ROMA - Nuove date e nuovi artisti per il jazz club di Via Veneto, che anche nel mese di settembre non si ferma.
Tutti i giorni un concerto, tutti i giorni i migliori artisti della scena jazz romana e non, tutti ad ingresso libero. Situato nel cuore del centro storico della Capitale lungo la strada più famosa della Dolce Vita, Elegance Cafè è un locale che si propone come punto d'incontro che mescola diverse tipologie di clienti da Roma, dall'estero e da tutto il mondo, i frequentatori dell'Elegance Cafè si riuniscono in un ambiente esclusivo e ricercato. Ideale per colazioni di lavoro a pranzo offre giornalmente ai propri clienti una vasta scelta di proposte enogastronomiche. Al calar delle luci si trasforma nel luogo perfetto per un aperitivo con gli amici, nell'elegante sala interna climatizzata oppure nel comodo salotto su strada. Per poi arrivare al momento dinner dove la carta del menu è continuamente aggiornata per soddisfare i palati più esigenti con offerte di crudi di carne e di pesce e una selezione di dolci raffinati.
Da cornice a tutto ciò una programmazione di musica live che offre giornalmente i migliori artisti che calcano i palchi nazionali e internazionali proponendo una selezione di jazz, swing, nu jazz, smooth jazz, easy jazz e tutte le sue contaminazioni e per i gusti più adulti e raffinati. La serata prosegue con un drink nel cocktail bar, che si propone di perseguire la strada del buon bere con prodotti di altissima qualità. Il maestro barman vi stupirà con un'offerta sempre varia e accattivante di proposte giovani e fresche, oppure usufruire dell'ampia carta dei vini presentata dall'esperto sommelier per continuare fino a tarda notte a godere l'atmosfera unica che si vive all'Elegance Cafè.
Nella foto Lady Laura & Mr. Max Swing, che saranno tra i protagonisti del cartellone musicale di settembre.

Elegance Café
Via Vittorio Veneto 83/87 - Roma
Infoline 0642016745
Ingresso Libero
Da domenica a venerdì ore 22.30
Sabato ore 23

Il programma di settembre (NUOVI ORARI da domenica a venerdì ore 22.30 Sabato ore 23)

Lunedì 1 - Dario Daneluz Trio
Martedì 2 - Marta Capponi Bossa Jazz Quartet  
Mercoledì 3 - High Times Hard Times Quartet
Giovedì 4 - Batucada Quartet
Venerdì 5 - Stuff Like That Quartet
Sabato 6 - Old's Cool Quartet
Domenica 7 - Tumbaito Latin Combo Quintet
Lunedì 8 - Swing Dreams
Martedì 9 - Radical Gipsy Trio
Mercoledì 10 - Veronica Fascione Quartet
Giovedì 11 - Stefano Carboni Quartet
Venerdì 12 - Fabio Garzia Impact Quartet
Sabato 13 - Pierluca Buonfrate Italiamericana  Quartet
Domenica 14 - Andrea Pagani Trio
Lunedì 15 - Lady Laura & Mr. Max Swing Band Quintet
Martedì 16 - Smooth Quartet
Mercoledì 17 - Da Nu Jazz Quartet
Giovedì 18 - Batucada Quartet
Venerdì 19 - Stefano Carboni Quartet
Sabato 20 - Jazz Conversion Quartet
Domenica 21 - Tumbaito Latin Combo Quintet
Lunedì 22 - Quartetto Alvorada
Martedì 23 - Radical Gipsy Trio
Mercoledì 24 - Dario Daneluz Trio
Giovedì 25 - Priscilla Bai Jazz Trio
Venerdì 26 - Jazz Conversion Quartet
Sabato 27 - Sade Songs Tribute Band Quintet
Domenica 28 - Stuff Like That Quartet
Lunedì 29 - Old's Cool Quartet
Martedì 30 - Trio Acoustic Time



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


mercoledì 27 agosto 2014

Stagione 14/15 Teatro dei Conciatori


Il TEATRO DEI CONCIATORI – C.U.T. – Contemporary Urban Theatre presenta la  stagione 2014/2015:  100% TAGLIO CONTEMPORANEO
Il TEATRO DEI CONCIATORI – C.U.T. – Contemporary Urban Theatre, con la stagione 2014/2015 dal titolo: 100% TAGLIO CONTEMPORANEO, ribadisce la propria vocazione di spazio dedicato alla drammaturgia contemporanea di qualità, e rafforza la propria posizione sul territorio romano e nazionale. Una Direzione Artistica attenta alle novità e sempre pronta a confrontarsi con forme nuove di espressione e il coraggio di guardare sempre "un pò oltre" senza paura - oltre all'assoluta volontà di non sottostare necessariamente alle banali "leggi di mercato" - hanno permesso a questo piccolo spazio di 90 posti di "essere libero" e di creare in sole due stagioni un interesse crescente tra gli operatori del settore e nel pubblico che ama questo spazio perché ricco di energia positiva.
EMOZIONARE! STUPIRE! DIVERTIRE!
Queste le parole d'ordine del regista Antonio Serrano e  dell'attrice Gianna Paola Scaffidi, direttori artistici di questo spazio URBAN STYLE, per questa terza stagione che vede un ricchissimo cartellone con ben 23 titoli, di cui 9 in abbonamento 100% rimborsato.
Si! 100% rimborsato! Grande rivoluzione per chi si abbonerà. Per ogni abbonamento acquistato il teatro dei Conciatori regalerà al titolare dell'abbonamento un carnet di sconti di valore uguale al costo dell'abbonamento stesso. Come dire: UN ABBONAMENTO PRATICAMENTE GRATIS!!!




--
Redazione del CorrieredelWeb.it

250° anniversario "De' delitti e delle pene": "L’ultima ora di un condannato a morte" a San Domenico Maggiore‏

250° anniversario di 
"De' delitti e delle pene"
"L'ultima ora di un condannato a morte"  
a San Domenico Maggiore
Giovedì 28 agosto ore 19,30 dialogo tra il filosofo Aldo Masullo ed il giurista Sergio Moccia. Alle 21,30 (con replica venerdì 29 stesso orario)  il monologo ispirato a Victor Hugo con Gigi Savoia e la regia di Giuseppe Sollazzo
Giovedì 28 agosto il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore ospiterà un'iniziativa pensata per ricordare il 250° anniversario della pubblicazione del "De' delitti e delle pene" di  Cesare Beccaria. Alle 19.30 un filosofo e un giurista, Aldo Masullo e Sergio Moccia intrecceranno, nel Chiostro del Convento i loro "Dialoghi sui delitti e sulle pene".
A seguire, alle 21.30 lo spettacolo teatrale "L'ultima ora di un condannato a morte", adattamento da un testo di Victor Hugo e regia di Giuseppe Sollazzo, protagonista Gigi Savoia (ingresso 10 euro). Lo spettacolo sarà replicato la sera successiva, venerdì 29 agosto. "L'ultima ora di un condannato a morte" di Victor Hugo è un urlo contro la barbarie della pena di morte. Gigi Savoia è l'attore che presta carne e sangue a questo grido. 
Un attore - orchestra indispensabile per rendere fumanti le parole di Victor Hugo contro gli assassini legalizzati. Il poeta francese con questo testo vuole sancire, a fronte di qualsiasi crimine, l'inviolabilità della vita umana. 
Auspica una società capace di correggere e migliorare gli uomini. Questo condannato a morte, colpevole di un crimine sul quale Hugo ci tiene volutamente all'oscuro, si rivela agli occhi dello spettatore come un uomo qualsiasi, legittimo cittadino di qualsiasi epoca, purtroppo ancora nostro contemporaneo. L'evento è stato realizzato in collaborazione con l'Associazione Pietrasanta Polo culturale e l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici.



--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *