CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

martedì 16 maggio 2017

SENSES:The sensory theatre, tre prime internazionali dal 18 maggio al PACTA SALONE

The Sensory Theatre
FESTIVAL SENSES

Dal 18 al 28 maggio 2017 al PACTA SALONE un progetto europeo tra Italia-Francia-Romania per intensificare l'esperienza live degli spettacoli e promuovere la partecipazione del pubblico

Dal 18 al 28 maggio il PACTA SALONE di via Dini a Milano, ospita le rappresentazioni italiane del progetto SENSES: The sensory theatre. New transnational strategies for theatre audience building.
SENSES è un progetto europeo di cooperazione (2015-2017), cofinanziato dal Programma Europa Creativa e il cui capofila è il Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell'Università degli Studi di Milano (Responsabile scientifico: prof.ssa Maddalena Mazzocut-Mis). Gli obiettivi principali del progetto sono promuovere una nuova strategia di audience building per il teatro, in grado di aumentare l'accesso agli spettacoli, intensificare la loro esperienza live e potenziare la capacità del settore culturale e creativo di operare a livello transnazionale.

Un sondaggio del 2013 ha mostrato in Europa, tra il 2007 e il 2013, un calo del 4% della partecipazione teatrale, passata dal 32% al 28%. A dispetto della crisi economica, le principali cause di tale declino sono riferite a un disinteresse nei confronti della proposta teatrale. Per sollecitare interesse nei confronti degli spettacoli teatrali il progetto prevede di adottare strategie innovative di elaborazione drammaturgica e di messinscena, basate sulla valorizzazione della percezione sensoriale e della consapevolezza critica del pubblico durante gli spettacoli.

I partner
I partner del progetto sono teatri, associazioni e università di tre paesi dell'UE (Italia, Romania e Francia): Università degli Studi di Milano, ScenAperta Altomilanese Teatri di Legnano (MI), Teatrul Muzical Nae Leonard di Galati, Universitatea Dunarea de Jos din Galati, Université d'Avignon et des Pays de Vaucluse. Ulteriori informazioni su www.sensesproject.eu

Gli spettacoli
Gli spettacoli previsti al Salone sono tutti in prima assoluta o in prima italiana: dal 18 al 21 maggio 2017 una produzione ScenAperta Altomilanese Teatri in collaborazione con Compagnia Lombardi-Tiezzi, SOLARIS, dal famoso romanzo scritto da Stanislaw Lem nel 1961 e portato sul grande schermo nel 1972 da Andrej Tarkovskij. In scena Debora Zuin, Giovanni Franzoni e Antonio Rosti nell'inedita drammaturgia firmata da Fabrizio Sinisi e diretta da Paolo Bignamini.
Il 24 e 25 maggio 2017 tocca a LES YEUX FERMÉS (per non vedere), uno spettacolo in francese con sottotitoli in italiano, sullo sfondo della drammaturgia de "I ciechi" di Maeterlinck rivisitata da Maddalena Mazzocut-Mis e Tancredi Gusman, produzione Résonance(s) Théâtre, per la regia di Stephen Pisani. Imparare a chiudere gli occhi e ad ascoltare, per 'vedere' meglio e afferrare la complessità dell'essere umano.
Infine, chiude il progetto il 27 e 28 maggio 2017, IL RE CERVO, un'opera di Angelo Inglese, tratta da una fiaba teatrale di Carlo Gozzi, con libretto e regia di Paolo Bosisio e produzione de Teatrul Muzical Nae Leonard (Galati, Romania). 

SINOSSI SPETTACOLI
SENSES The Sensory Theatre

  • Dal 18 al 21 maggio 2017 Festival
SENSES The Sensory Theatre
FRANCIA ITALIA ROMANIA

SOLARIS
 prima assoluta
Drammaturgia di Fabrizio Sinisi                                                           Da Solaris di Stanislaw Lem (Sellerio editore) e da Andrej Tarkovskij
Con il contributo dell'atelier d'écriture diretto da Laura Tirandaz all'Université d'Avignon
Con Debora Zuin, Giovanni Franzoni, Antonio Rosti
Regia Paolo Bignamini
Scene e aiuto regia Francesca Barattini
Costumi Gerlando Dispenza
Disegno luci Fabrizio Visconti
Con le musiche originali di P.I.G.
Organizzazione e produzione Carlo Grassi
Foto di scena Stefania Ciocca
Fotografie effettuate su gentile concessione di INAF – Osservatorio Astronomico di Brera, negli uffici di via Brera 28 a Milano
si ringraziano Claudio Martino per la consulenza musicale; Barbara Negrini
Produzione ScenAperta Altomilanese Teatri in collaborazione con Compagnia Lombardi-Tiezzi

Un astronauta proveniente dalla Terra giunge sulla stazione orbitante che ruota intorno al misterioso pianeta Solaris. Il solo ospite dell'astronave appare angosciato e stravolto: un suo collega è appena morto in circostanze oscure, mentre spaventose presenze popolano le stanze. L'astronauta, costretto a confrontarsi con il fantasma della giovane moglie morta anni prima, deve interrogarsi: queste "apparizioni" hanno una qualche spiegazione? Sono reali o mentali? Immagini della memoria o del desiderio? E in che rapporto sono con "l'oceano pensante" che ricopre il pianeta?
Scritto da Stanislaw Lem nel 1961 e portato sul grande schermo nel 1972 da Andrej Tarkovskij, Solaris è senza dubbio il capolavoro della fantascienza filosofica. Un mistero che turba e destabilizza lo spettatore sui temi dell'identità, del soggetto, del rapporto fra le percezioni dei sensi e quelle della memoria, ponendo la sempre radicale domanda su cosa sia veramente la realtà – e su chi siano davvero le persone che amiamo: ciò che esse sono, o ciò che vogliamo che siano? 

  • 24 e 25 maggio 2017 Festival
SENSES The Sensory Theatre
FRANCIA ITALIA ROMANIA

LES YEUX FERMÉS (per non vedere)
 prima italiana
Liberamente ispirata a I ciechi di Maurice Maeterlinck                       
Drammaturgia Maddalena Mazzocut-Mis e Tancredi Gusman
Regia di Stephen Pisani
Con Joseph Fazenda, Dan Kostenbaum, Kevin Poli e Elsa Stirnemann
Disegno luci François Alapetite 
Assistente alla regia Emilie Bourdellot
Amministratrice di produzione Amel Chaabane
Produzione Résonance(s) Théâtre
Con il sostegno dell'Università d'Avignon et des Pays de Vaucluse e del Théâtre des Carmes André
Benedetto
Spettacolo in francese con sottotitoli in italiano

Tre ciechi, usciti in passeggiata da un istituto che ha sede su un'isola, si perdono nella foresta: un
giovane bizzarro, cieco di nascita, che si è inventato una donna immaginaria, un fotografo il cui
campo visivo si riduce a un punto, e una giovane donna che, nonostante un'operazione
probabilmente riuscita, si rifiuta di vedere. Rimangono in attesa del ritorno del prete che li
accompagna e che deve guidarli nel cammino. Nel tempo dell'attesa, che si fa interminabile, ogni
personaggio rivelerà la propria storia, la difficoltà a vivere in questo mondo, ma anche il personale
approccio alla vita e al rapporto con gli altri.

  • 27 e 28 maggio 2017 Festival
SENSES The Sensory Theatre
FRANCIA ITALIA ROMANIA

IL RE CERVO
prima italiana
Di Carlo Gozzi                                                                                      
Opera in tre atti di Angelo Inglese
Libretto e regia Paolo Bosisio
Con Young Ju Kim (Angela-Clarice) - Adelina Diaconu (Clarice-Angela) - Denys Pivnitskyi (Deramo) - Carmine Monaco (Tartaglia) - Dominic Cristea (Pantalone) - Adrian Ionescu (Smeraldina) - Adrian Marginean (Brighella) - Sebastian Bancila (Durandarte)
Scene e costumi Domenico Franchi
Assistente alla regia Adrian Marginean
Produzione Teatrul Muzical Nae Leonard (Galati, Romania)

Nel Regno di Serendippo il re Deramo cerca moglie tra le fanciulle del reame. Deramo, consigliato dai suoi due ministri, l'illuminato Pantalone e il perfido Tartaglia, è detentore di due portentosi segreti magici, a lui rivelati dal mago Durandarte. In una caccia nel bosco di Roncislappe il re confida ingenuamente a Tartaglia uno dei due segreti, una formula magica che permette di passare dal proprio corpo in un altro. Appena Deramo, per dimostrare la magia della formula, entra nel corpo di un cervo, Tartaglia, ripetendo immediatamente la stessa formula, entra nel corpo del re. Si sussegue un magico scambio di corpi, fino all'immancabile lieto fine dell'avventurosa vicenda, che premia i buoni e punisce i malvagi

INFO PACTA SALONE
via Ulisse Dini 7, 20142 Milano
MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15
Per informazioni: www.pacta.org - mail biglietteria@pacta.org - promozione@pacta.org - tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org
Orari biglietteria: via Ulisse Dini 7, 20142 Milano - dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00 - nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15
Biglietti: Intero €24 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €10 (min. 10 persone) | gruppi scuola €9 | Prevendita €1,50
Orari spettacoli 20.45 - domenica ore 17 (lunedì riposo)



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *