CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime news di Cinema e Teatro

Cerca nel blog

martedì 29 agosto 2017

Nasce OFF/OFF THEATRE, un nuovo teatro a Roma in via Giuli


OFF OFF THEATRE
20 ottobre 2017 27 maggio 2018


“Apriamo un nuovo teatro a Roma in via Giulia, nel cuore della Capitale e nella più celebre e storica strada di Roma per dare il nostro contributo alla vivacità della vita teatrale e come segnale di fiducia nel futuro e di certezza nella forza di una grande Capitale.

Lo apriamo nel momento in cui ci sono teatri che chiudono e altri che minacciano di chiudere. E la nostra è una sfida all’immobilismo e all’inerzia, secondo la quale niente di nuovo può succedere perché i nomi dei protagonisti sono fissi e sono quelli e perché i luoghi dei rituali devono restare quelli di sempre e sempre gli stessi.

Pur nel rispetto della nostra straordinaria storia teatrale, noi riteniamo, al contrario, che sia inderogabile uscire dalla commemorazione di quello che siamo stati per proiettarci, invece, in nuovi progetti culturali, nuovi percorsi e nuovi e diversi modi di incontrarci.

Apriamo un nuovo teatro con grande coraggio per l’ingente impegno economico che ci siamo assunti, dopo aver fondato e diretto il Todi Festival che abbiamo lasciato per dedicarci proprio a questo nuovo progetto che oggi ci è più aderente.

E apriamo un nuovo teatro in vecchi magazzini, in locali in disuso da molti decenni che abbiamo restaurato e sottratto a jeanserie, garage residenziali, fast food o altrimenti destinati, per consegnarli, invece, alla fruizione culturale della collettività.

Si chiamerà OFF/OFF THEATRE, dove “off-off” sta per fuori dalla stasi e dalla routine, fuori da quella routine che vede spettacoli di un certo tipo sistematicamente “piazzati” in un certo tipo di spazi e altri spettacoli di qualità, più o meno, ghettizzati in luoghi diversi. Noi riteniamo però che il Teatro, quando è capace di creare fascino e magia, è uno soltanto e non esistono “questi” e “quelli”.

E OFF/OFF THEATRE sarà uno spazio di libertà in cui giovani autori, attori e registi siano protagonisti al centro della vita del Teatro e non in estenuante attesa di occupare gli spazi che, per merito, sono loro dovuti.

Riteniamo, infatti, sia tempo che si affermi il meglio delle nuove generazioni, non soltanto generazioni in termini di età, ma di nuovi talenti tenuti ai margini e ci battiamo perché nel teatro si produca una diversa mentalità ed una nuova atmosfera per favorire l’indispensabile allargamento delle fasce di pubblico e l’incontro tra pubblici nuovi e diversi.

Noi oggi presentiamo non una Stagione teatrale ma presentiamo l’”OFF/OFF FESTIVAL” l’altro teatro…

Un Festival di Teatro che durerà sette mesi, dal 20 ottobre 2017 al prossimo 27 maggio, con protagonista la prosa, ma anche musica, cinema, incontri, teatro per le scuole, mostre, presentazioni libri e cabaret.

“OFF/OFF FESTIVAL” sarà un festival vivace e dinamico, un’occasione d’incontro, di curiosità e di amicizia: un festival di Teatro che contagi anche chi non ha avuto opportunità o occasione di conoscerlo, il Teatro e attragga chi, per distrazione o interessi diversi, non abbia l’abitudine di frequentarlo.

È il Festival sarà soprattutto momento di presentazione e di lancio di spettacoli inediti proposti al pubblico, ma anche ai produttori e distributori: una vetrina, una campagna acquisti per le più ampie tournée.

Infine, fin da oggi e più ancora nel futuro, obbiettivo primario è che Roma, come Parigi, Berlino, Londra e New York, con nuove intuizioni, progetti nuovi e lunghe teniture, svolga nel Teatro il suo ruolo di grande Capitale proiettata nel futuro”.



Silvano Spada

“OFF/OFF FESTIVAL”, l’altro Teatro… Roma: un nuovo Festival in nuovi spazi


Prosa, musica, cinema, teatro per le scuole, mostre, presentazione libri e cabaret per oltre 100 eventi di spettacolo dal 20 ottobre 2017 al 27 maggio 2018, direttore artistico Silvano Spada.



“OFF/OFF FESTIVAL, l’altroTeatro…” sarà uno spazio di libertà in cui giovani autori, attori e registi siano protagonisti al centro della vita del Teatro insieme ai grandi nomi, da Piera Degli Esposti a Roberto Herlitzka, da Elisabetta Pozzi a Toni Servillo, con date da definire in base agli impegni del film di Paolo Sorrentino su Berlusconi.

Tra i protagonisti del nuovo Teatro italiano ed europeo: Ricci e Forte con “Easy to remember”, Scimone Sframeli con “Il Cortile”, Teatri Uniti con “Birre e Rivelazioni”, Frosini Timpano con “Wild West Show”, Generazione Disagio, Teatri di Vita con “A Porte Chiuse”, il Teatro Due di Parma con “Elena”, il Teatro Franco Parenti con “Per strada” e moltissimi altri.

Nei testi i temi più attuali, dal disagio giovanile ai rapporti di coppia, dalle diversità di genere alle emarginazioni, alle riflessioni sulla nostra storia.

Spettacolo inaugurale “Dentro la tempesta” scritto e diretto da Salvatore Striano, oggi uno degli attori più interessanti del panorama italiano, già latitante, poi detenuto, che porterà in scena l’inferno della vita carceraria e con lui Carmine Paternoster, anch’egli prima detenuto e poi attore e, protagonista femminile, Beatrice Fazi.


Tra gli altri spettacoli: “L’effetto che fa” di Giovanni Franci, ispirato al delitto del giovane Luca Varani; nel centesimo anniversario della Rivoluzione Russa “Nino! Nino!, spettacolo su Antonio Gramsci; “Èdith Piaf” con Melania Giglio, regia di Daniele Salvo; Pino Strabioli in “Concerto per Sandro Penna”; “Interviste a mariti assassini” di Chiara Meloni: Riccardo Castagnari in “Divina”; Eleonora Danco in “Ero purissima”; Roberto Cotroneo autore di “Questo amore” con Laura Lattuada, Massimiliano Vado, regia di Matteo Tarasco; il meglio della nuova satira italiana in “Stand Up Comedians”; “Nido di vespe”, spettacolo sul rastrellamento del Quadraro; “L’amore per le cose assenti”, scritto e diretto da Luciano Melchionna e di Marguerite Duras “La Musica Deuxième”, regia di Raffaella Morelli; “La Tarantina”, l’ultimo femminièllo dei Quartieri Spagnoli a Napoli, regia di Fortunato Calvino; “Autobiografia Erotica” di Domenico Starnone, regia di Andrea De Rosa.


Per il Cinema: “Un altro cinema italiano è possibile”, ciclo di venti film italiani con riconoscimenti dalla critica, ma che non hanno avuto adeguata distribuzione e “Camera on Stage”, rassegna internazionale di cinema documentario, dedicato al Teatro, da Peter Brook a Bob Wilson, da Pina Bausch al Teatro Bolshoi al Théâtre du Soleil. 


Il tutto ad ingresso gratuito.

Per la Musica, concerti di musica jazz, pop, etnica e, per la musica classica, sempre ad ingresso gratuito, “I Concerti della Domenica”, in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia.

E, inoltre, teatro in inglese per le scuole e laboratori teatrali per bambini dai 6 agli 11 anni, a cura di Alt Academy e incontri con personalità della cultura, dello spettacolo, della politica, del giornalismo, presentazione di libri e cabaret ogni sera all’OFF/OFF Club, dalle ore 23.

Il festival si svolgerà negli inediti spazi dell’“OFF/OFF Theatre”, tre sale per spettacoli e concerti, ricavate da magazzini in disuso da decenni e restaurati ad uso culturale in via Giulia, la più celebre e storica via della Capitale.



20 ottobre 2017 ● 27 maggio 2018
Via Giulia 19, 20,21 - Roma
Prezzi da 25 a 15 euro


lunedì 28 agosto 2017

Burning Man 2017: NINI unica artista italiana a presentare un'art performance nel deserto

L'unica artista italiana invitata al Burning Man, NINI presenta Kafka 9.0

Dal 27 agosto al 4 settembre Black Rock City nel Deserto del Nevada è il teatro dell'art-performance


 
Milano, agosto 2017 – L'artista Francesca NINI Carbonini è l'unica artista italiana invitata dagli organizzatori del Burning Man a partecipare al festival che si conclude ogni anno in occasione del Labor Day.

Dal 27 agosto al 4 settembre, con un'art-performance, NINI presenta la mostra Kafka 9.0, un'interpretazione di ciò che l'artista ricerca nelle sue opere: l'alchimia come motore del cambiamento. In scena il processo creativo di vandalizzazione da cui prende vita il quadro, cifra stilistica di NINI.

Nel Deserto del Nevada ogni anno, solo per 8 giorni, sorge una città dedicata alla radicale espressione del sé: siamo a Black Rock City e questo è il Burning Man.

NINI è stata capace con la sua arte di attirare per ben due edizioni l'attenzione degli ideatori del Burning Man, che l'hanno voluta tra gli artisti, provenienti da tutto il mondo, la prima volta su selezione nell'agosto 2014 e la seconda, quest'anno, su invito.

Il Burning Man è diventato una tradizione annuale che si svolge dal 1991 in terra statunitense, un festival che si pone come punto di riferimento per chiunque desideri proporre esibizioni artistiche, mostre, performance, workshop e tutto ciò che può essere un libero sfogo della creatività e dell'individualità, in un contesto che non può prescindere però dalla collettività.

È in questo scenario che NINI porta l'installazione Kafka 9.0, una serie di 10 dipinti uniti da un fil rouge, corde rosse che caratterizzano la sua arte e che uniscono le opere in un collegamento trasversale concreto. Kafka 9.0 è infatti un racconto ciclico, una metamorfosi circolare che trasforma l'uomo in volatile e il volatile a sua volta in uomo. Da una forma all'altra emerge la consapevolezza, proprio come il protagonista della celebre opera kafkiana raggiunge la presa di coscienza solo dopo essere diventato animale.

Per il soggetto di NINI questa catarsi è continua ed evolutiva: la metamorfosi è qui un viaggio positivo e di conquista, una ricerca della verità che diviene interpretazione complessiva.
Due sono gli elementi che emergono dipinti con colori sgargianti: un uomo, a simboleggiare il genere umano in tutta la sua forza e aggressività, e un volatile, allegoria di libertà. Il copricapo vuole essere il segno distintivo del rituale di rinascita, il simbolo dell'aver trovato se stessi.

NINI spiega così come l'ispirazione incide sulla sua opera: "Una metamorfosi è una trasformazione da materia a materia, pura alchimia. Nell'arte diviene una trasformazione da spirito a spirito. È un passaggio, un dialogo per raggiungere la piena consapevolezza di se stessi e quindi la piena libertà".

L'installazione Kafka 9.0 rivela la predilezione di NINI per i grandi formati: tutto è visibile, tutto è esposto. Si presenta come un muro, un decagono di legno con una soglia che dà all'interno dell'esposizione. "Un muro protegge, è teso verso l'alto – commenta NINI. - Nonostante la sua apparente durezza, permette una visione chiara, vicina e lontana, predominante ma non invadente, avvolgente ma non claustrofobica".

Arte e letteratura si incrociano e si contaminano. Per l'esibizione al Burning Man, NINI si è ispirata al poemetto di T.S. Eliot "La Terra Desolata", dal quale è riuscita a cogliere e a trasmettere a sua volta la ricerca incessante per la verità e per l'ambizione totalizzante di coscienza di sé.

Un occhio al passato, con la letteratura dei primi decenni del Novecento, e uno al futuro: Kafka 9.0 una versione di noi stessi ancora lontana, ancora in divenire che dà una chiave di lettura moderna e futurista all'intera opera artistica.


--
www.CorrieredelWeb.it

CASTA DIVA GROUP: IL CAST FEMMINILE DI "DIVA!", IL LUNGOMETRAGGIO COPRODOTTO DA CDG, SELEZIONATO DALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA FUORI CONCORSO, SI AGGIUDICA GLI STARLIGHT CINEMA INTERNATIONAL AWARD

La consegna del premio avverrà in occasione della 74esima mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, durante la quale il film sarà presentato in prima mondiale.


Milano, 28 agosto 2017 - Casta Diva Group (CDG:IM), multinazionale attiva nel settore della comunicazione quotata su AIM Italia, annuncia che il cast femminile di "DIVA!", documentario-fiction, diretto da Francesco Patierno, tratto dal libro autobiografico di Valentina Cortese, "Quanti sono i domani passati", edito da Mondadori, si è aggiudicato il premio "Starlight Cinema International Award".

L'award, che valorizza i talenti del cinema nazionale e internazionale, rappresentando le diverse culture e modi di raccontare storie e personaggi, sarà consegnato al cast artistico composto da Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D'Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli, Greta Scarano, il prossimo 2 settembre alle 16.30 alla Lexus Lounge Lido, Terrazza Mediterranea.

Starlight Cinema International Award, prodotto da Starlight Movie Production, è nato nel 2014 con l'intento di valorizzare i talenti del cinema nazionale e internazionale, attrici e attori, registi, produttori, critici e giornalisti del settore. I premiati vengono scelti tra le eccellenze del cinema internazionale, testimoni di opere in grado di rappresentare le diverse culture e i differenti modi di raccontare storie e personaggi. Particolare attenzione viene riservata anche a quei personaggi impegnati in attività legate al sociale. I premi 2017 sono assegnati da un'Academy di giornaliste composta da: Fulvia Caprara, Alessandra De Luca, Titta Fiore, Alessandra Magliaro, Cristiana Paternò, Marta Perego, Angela Prudenzi, Barbara Righini, Marina Sanna. 

"DIVA!" è il primo lungometraggio realizzato da Casta Diva Group in coproduzione con DO Production, casa di produzione del noto agente di attori Daniele Orazi, società già coproduttrice del pluripremiato esordio "La ragazza del mondo", in associazione con Fenix Entertainment e Viva Productions, e in collaborazione con Sky Arte e Istituto Luce. Il regista Francesco Patierno, è candidato al David di Donatello 2017 per la miglior sceneggiatura adattata di "Naples '44".

Andrea de Micheli, Amministratore Delegato e Luca Oddo, Presidente di CASTA DIVA GROUP: È fantastico prendere un premio (per un film Fuori Concorso, poi) per il cast femminile di DIVA! Il prestigioso ensemble di giornaliste che lo assegna ci ha davvero onorati. Il film è un omaggio a Valentina Cortese, una delle più grandi attrici italiane, ma è anche un omaggio all'arte di essere attrice, donna, personalità artistica. Il regista Francesco Patierno ha quindi scelto di far interpretare Valentina da otto bellissimi volti, molto diversi tra loro, da otto personalità artistiche, da otto dive del nostro tempo. Il nostro coproduttore, Daniele Orazi, noto agente di attori, ha contribuito con la sua sensibilità a far nascere sul set una corrente di simpatia e solidarietà femminile tra le nostre magnifiche attrici. Un grazie anche all'unico maschio del cast: un intenso Michele Riondino."



--
www.CorrieredelWeb.it

Roma Fringe 2017: cosa vedere dal 30/08 al 2/09. Johnny Palomba e molto altro


Roma Fringe Festival 2017
ai nastri di partenza
Il programma dal 30 agosto al 2 settembre
Perfomance Art, Commedia, Multimedia Visual, One Woman Show e Monologhi di genere
... e poi Johnny Palomba con le sue Recinzioni...
 
Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115. Dalle 19.30 a mezzanotte

 
Inizia il 30 agosto, con i primi 7 spettacoli in concorso, il Roma Fringe Festival, che nel 2017 per il sesto anno consecutivo, rinnova la sua missione di portare al grande pubblico il teatro giovane e indipendente, forte di proposte provenienti da tutta la penisola, insieme a ospiti da Belgio, Irlanda e Gran Bretagna.
 
Nell'anno del 70° anniversario del primo Fringe Festival, quello di Edimburgo, Fringe Italia, all'interno del World Fringe Network torna lì dove tutto è iniziato, a Villa Mercede – San Lorenzo, dove un gruppo di operatori del teatro under 35 dal 2012 ha dato vita al primo fringe capitolino, poi diventato punto di riferimento per l'intera scena nazionale, con artisti che da qui passati si sono poi affermati sulla scena internazionale, aggiudicandosi premi e grandi riconoscimenti.
 
L'edizione 2017 del Roma Fringe Festival - all'interno di Estate Insieme del Municipio IIsi inaugura il 30 agosto, con una prima carrellata di spettacoli da non perdere e che ben rappresentano la scena contemporanea tra Perfomance Art, Commedia, Multimedia Visual, One Woman Show e Monologhi di genere.
 
Per finire il 2 settembre con le Recinzioni di Johnny Palomba.
 
Spettacoli in scena al Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 2 settembre
 
L'imbroglietto - Variazioni sul tema Habitas (Roma) di Niccolò Matcovichregia di Niccolò MatcovichCommedia. Spudorato omaggio a Karl Valentin e Liesl Karlstadt, ma anche un "gioco di ruolo" teatrale con un sadico narratore, due pedine… e voi, che delle pedine conoscerete le sorti.
 
Prove AperteLibero Teatro Calabria (Cosenza)di Max Mazzottaregia di Max MazzottaCommedia. Con l'esplosiva leggerezza della comicità, iuno spettacolo per raccontare il dramma della vita nel teatro, le quotidiane difficoltà con cui si scontra chi si rassegna a fare della poesia, del sogno e dell'immaginazione il proprio mestiere; la fatica, l'amore e la follia che ne costituiscono la straordinaria essenza.
 
Pollini A.G.M. (Rovereto, Terni) di Alessia Giovanna Matrisciano regia di Alessia Giovanna Matrisciano - Multimedia Visual. La strana storia d'amore di un uomo e una donna inibiti, bloccati, sbagliati. Sbagliati rispetto agli stereotipi di genere che la società propina e che a loro non appartengono. Vorrebbe essere un canto di rivolta.
 
Generazioni Circomare teatro (Orte, VT) di Alessandra Cappuccini regia di Mario Umberto Carosi - Monologo Generazionale. La vita di tre donne: nonna, madre e figlia. Tre società messe a confronto, ognuna con la propria morale, con le proprie regole non scritte a cui queste donne si ribellano.
 
Mettetevi in Fila Associazione Sentiero delle Idee (Roma)di Anna Mazzantiniregia di Sandro Torella - Commedia  - One Woman Show. Il Mondo dell'Eros con un punto di vista femminile, un viaggio sempre in bilico tra comicità ed eleganza, tra divertimento e riflessione, all'interno dell'universo complesso ed articolato dei rapporti tra uomo e donna.
 
Il Piccolo Guitto di Massimiliano Acetiregia di Massimiliano AcetiMonologo. Massimiliano è un bambino di sette anni, silenzioso e timido. Scopre per caso di avere un grande dono: riesce a imitare con molta facilità la voce degli adulti che lo circondano. Grazie a questa capacità vince le sue paure e trova un posto nel micromondo dei bambini: si cuce addosso il ruolo del "guitto".
 
Il 2 settembre poi, dalle 22.30 spazio alle immancabili Recinzioni di Johnny Palomba, ormai un "affezionato" del Roma Fringe con un'esilarante carrellata di pezzi affidati al critico cinematografico senza volto che ha adottato il romanesco come lingua per i suoi scritti e che con le sue 'recinzioni' ne dice di cotte e di crude sul cinema e lo spettacolo.
 
L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.
 
Appuntamento con il Roma Fringe Festival dal 30 agosto al 21 settembre a Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 (Zona San Lorenzo). Ingr. gratuito, spettacoli 6 euro.
 
Media Partner: Periodico Italiano Magazine, Gufetto, Saltinaria, Media e Sipario, Persinsala, Recensito, La Platea, Roma Tre Radio - Radio ufficiale dell'Università degli Studi di Roma Tre".




--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 21 agosto 2017

Venerdì 8 settembre a Venezia cerimonia di premiazione de La Pellicola d'Oro


Saranno il “Migliore direttore di Produzione Film Italiano de La Biennale di Venezia” e il “Migliore direttore di Produzione Film Internazionale de La Biennale di Venezia” i due riconoscimenti de “La Pellicola d’Oro”, che saranno consegnati a due film in concorso, venerdì 8 settembre alle ore 11 presso lo Spazio Anica/Cinecittà Luce – sala Tropicana dell’Excelsior, durante la 74. Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia, tra i premi collaterali.

Il prestigioso premio cinematografico è promosso ed organizzato dall’Ass.ne Cult.le “Articolo 9 Cultura e Spettacolo” e dalla “Sas Cinema” di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis. Il Comitato d’Onore che decreterà i due vincitori è formato dal Presidente di giuria Francesco Martino de Carles (produttore esecutivo) e dai giurati Paolo Masini (Mibact), Maurizio Amati (Produttore), Gianluca Leurini (Produttore Esecutivo), Fabio Benigni (AS.For.Cinema) e lo stesso Enzo De Camillis.

“La Pellicola d’Oro” è un riconoscimento, giunto alla sua VIII^ edizione, che ha come obiettivo portare alla ribalta quei “mestieri” il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono praticamente “sconosciuti” o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi.

Accanto a questi riconoscimenti però, non mancano premi speciali che vengono assegnati ad altri esponenti del cinema, dello spettacolo e della cultura, che si sono particolarmente distinti nella loro carriera anche in relazione al positivo rapporto instaurato con le maestranze, tecnici e artigiani che operano sul set.

Dallo scorso anno, inoltre, “La Pellicola d’oro, ha varcato i nostri confini con due appuntamenti importanti a Lisbona (Portogallo) e a Sofia (Bulgaria) in cui si è tenuta la prima edizione del Premio Cinematografico.

L’ingresso al Palmarès della Pellicola d’Oro tra i premi collaterali alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia segna un grande traguardo per far conoscere ancora di più al pubblico un premio dedicato a chi fa il cinema ma lavora sempre dietro le quinte.

I nomi dei direttori di produzione dei Films italiani in concorso:Direttore di Produzione – Daniele SPINOZZI per il film "Ammore e Malavita" dei Manetti Bros

Direttore di Produzione – Mario ROSSI per il film "Hannah" di Andrea Pallaoro
Direttore di Produzione Attila MANCARELLA per il film "Una famiglia" di Sebastiano Riso
Direttore di Produzione – Alberto MONTE per il film "The Leisure Seeker" di Paolo Virzì

giovedì 17 agosto 2017

Teatro. Transumanze di e con Fabrizio Pugliese. Venerdì 18 agosto al Salento Bike Cafè





Venerdì 18 agosto - 21.30h


Transumanze - spettacolo teatrale

Salento Bike Cafè - Lido Conchiglie (Sannicola)
Info 346 086 27 17 

Uno spettacolo di e con Fabrizio Pugliese. 

Transumanza: transitare da una terra ad un'altra…. a partire dall'etimologia nasce una storia semplice, che è poi un insieme di piccoli racconti raccolti in diverse aree geografiche e uniti in una storia unica, per parlare di un presente incapace di capire la bellezza della diversità culturale, una diversità economica e sociale che sembra infastidire invece che arricchire. Una diversità che diventa resistenza al pensiero unico dilagante.

Un viaggio dalle montagne a valle, durante il quale un gruppo di pastori, da sempre abituati alla normalità del loro transumare, cominceranno ad incontrare una serie di ostacoli inaspettati. Il punto di vista è quello di un ragazzo, il più giovane dei pastori, uno sguardo poetico e sognatore il suo, destinato allo 'scontro', poiché sfuggente al cliché del 'pecoraro' ignorante, rozzo, ma in deciso contrasto con quel mondo che nel nome della modernità tende ad emarginare - o viceversa: a fagocitare - ogni cultura altra.

In scena un attore e una chitarra, seguendo lo stile dei cantastorie, con quel modo di intrecciare parole, musica e canto capace di spostare il piano narrativo verso uno stile 'epico', e poi l'uso di una lingua italiana sporcata da accenti dialettali, un lavoro a metà tra il 'cunto' della tradizione orale e l'orazione civile.

Ingresso libero. Aperitivo dalle 19.00. Per info e prenotazioni 346 086 27 17





--
www.CorrieredelWeb.it

Valmontone outlet summer festival chiude il 19 agosto con la comicità di Pino e gli anticorpi

SABATO 19 AGOSTO CHIUDE IL VALMONTONE OUTLET SUMMER FESTIVAL CON LA COMICITÁ SURREALE DI PINO & GLI ANTICORPI

 

Roma, 17 agosto 2017 – Chiusura in grande stile per il Valmontone Outlet, la manifestazione che nei mesi di luglio e agosto ha ospitato concerti live e spettacoli gratuiti nel villaggio dedicato allo shopping in provincia di Roma.

Sabato 19 agosto la prima edizione della kermesse chiuderà i battenti con lo show "Live in Tokyo" di Pino & gli anticorpi, il duo composto dai fratelli Michele e Stefano Manca che da quasi vent'anni ha fatto conoscere in tutta Italia la comicità sarda.

Da "Pino La lavatrice" alle marionette umane sono tanti gli sketch che, utilizzando sempre un registro dissacrante e surreale sono entrati, complici le tante apparizioni televisive del gruppo, nelle case di tutti noi.

E sarà una carrellata di tutti i loro personaggi più famosi ad andare in scena anche al Valmontone outlet      per chiudere con il sorriso la manifestazione che ha animato tra i mesi di luglio e agosto le serate dell'outlet.

 

Le serate del Festival sono anche l'occasione per fare shopping sotto le stelle dal momento che l'outlet resterà aperto fino alle 24 con la possibilità per tutti i visitatori di partecipare a un concorso instant win.

 

 

Il Valmontone Outlet è situato a 40 km da Roma, lungo la direttrice Roma-Napoli, all'interno del Polo Turistico Integrato di Roma-Valmontone, che comprende anche il parco divertimenti Rainbow MagicLand. Con oltre 6,6 milioni di visitatori annui eÌ il Factory Outlet Centre più frequentato d'Italia e ospita 180 negozi su una superficie di oltre 40.000 mq, la prima food court in un outlet italiano con 7 diverse proposte di ristorazione, su 3.000 mq di superficie, e 3.000 posti auto.  Aperto 7 giorni su 7, anche domenica e nei giorni festivi, eÌ facilmente raggiungibile in auto dall'Autostrada A1. 




--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 15 agosto 2017

Lyda Borelli. Dal 6 al 20 settembre al MIC - Museo Interattivo del Cinema


Dal 6 agosto al 20 settembre al MIC - Museo Interattivo del Cinema 

LYDA BORELLI

Dal 6 al 20 settembre
MIC - MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Fascino Liberty e un bicchiere di assenzio sulla
Terrazza MIC


Dal 6 al 20 settembre 2017 presso la Terrazza del MIC - Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Italiana presenta LYDA BORELLI. FASCINO LIBERTY E UN BICCHIERE DI ASSENZIO SULLA TERRAZZA DEL MIC, tre appuntamenti con la musica dal vivo per celebrare la meravigliosa e indimenticabile diva in occasione della mostra Lyda Borelli. Primadonna del Novecento a cura dell'Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini, che sarà allestita dall'1 settembre al 15 novembre 2017 a Venezia a Palazzo Cini.
 
Acclamata protagonista di testi teatrali di successo firmati da autori quali Gabriele D'Annunzio, Oscar Wilde e Sem Benelli, Lyda Borelli lavora accanto ai più importanti interpreti del suo tempo. La sua immagine di attrice teatrale preannuncia quell'icona liberty di stile e di eleganza che le permette di imporsi all'attenzione del pubblico internazionale.
 
Da segnalare che venerdì 4 settembre 2017 alle ore 18.30, al teatro La Fenica di Venezia, si terrà la proiezione del film di Nino Oxilia Rapsodia Satanica (1917), organizzata in collaborazione con l'Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini di Venezia.
 
Rapsodia Satanica è un rarissimo film muto restaurato da un nitrato proveniente dall'Archivio storico dei film della Fondazione Cineteca Italiana, e ha per protagonista una delle maggiori dive dell'epoca: Lyda Borelli, appunto. L'opera si iscrive in un progetto più ampio di nobilitazione dell'arte cinematografica, attraverso la collaborazione di artisti provenienti da altre discipline. In particolare, il compositore e direttore d'orchestra Pietro Mascagni, autore del commento musicale, si pose l'obiettivo di dare un forte senso unitario all'opera. I personaggi e le situazioni sono legati a un tema (tecnica del leitmotiv), i singoli gesti ed i mutamenti fisionomici vengono espressi e resi intelligibili da episodi musicali sincronizzati con precisione. Viene così realizzata l'idea di un'opera audiovisiva, come teorizzata poi da Ejzenštejn, in cui è presente lo stesso movimento sia nella struttura musicale che in quella plastica.
 
La partitura musicale di Pietro Mascagni sarà eseguita dal vivo da Francesca Badalini (pianoforte), Aurora Maria Mistica Bisanti (violino) e Giulia Monti (violoncello).
 
Il film sarà introdotto dal direttore della Fondazione Cineteca Italiana Matteo Pavesi.
 
Al MIC il programma prevede, oltre alla proiezione di Rapsodia Satanica, altri due indimenticabili capolavori: Ma l'amor mio non muore (1913) di Mario Caserini e La donna nuda (1914) di Carmine Gallone.
 
I film saranno impreziositi dall'accompagnamento musicale dal vivo di Antonio Zambrini (il 6 settembre) e da Francesca Badalini (il 13 e il 20 settembre) e da una piccola degustazione di assenzio.

 
SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO
 
Mercoledì 6 settembre
h 21.00 Ma l'amor mio non muore
Mario Caserini, Italia, 1913, 78'. Con Lyda Borelli, Mario Bonnard.
Intenso melodramma che ha consacrato Lyda Borelli, già celeberrima attrice di teatro, diva cinematografica. 
Accompagnamento musicale dal vivo di Antonio Zambrini
 
Mercoledì 13 settembre
h 21.00 La donna nuda
Carmine Gallone, Tratto dalla pièce teatrale di Henry Bataille La femme nue, 1914, Con Lamberto Picasso, Lyda Borelli.
Un pittore di scarsa qualità diventa celebre grazie al ritratto della modella divenuta sua moglie.
Accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini
 
Mercoledì 20 settembre
h 21.00 Rapsodia satanica
Nino Oxilia, Italia, 1917, 55'. Con Lyda Borelli, Andrea Habay.
Un' anziana dama dell'alta società, Alba d'Oltrevita stipula un patto con Mefisto, per riacquistare la giovinezza in cambio della quale però lei ha il divieto di innamorarsi.
Accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini

Modalità d'ingresso al MIC - Museo Interattivo del Cinema
Biglietto unico € 7
Prenotazione obbligatoria allo  0287242114





--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 11 agosto 2017

Al Voilà Festival di Feltre (18-20 agosto) artisti in strada da tutto il mondo. Anche gli acrobati che incantarono Papa Francesco.



Voilà Festival, artisti da tutto il mondo danno spettacolo a Feltre tra fuoco, acrobazie e danze antiche.
 
Gli artisti internazionali sono pronti a stupire il pubblico di Voilà Festival, rassegna internazionale di arte in strada, circo contemporaneo e culture del mondo, dal 18 al 20 agosto a Feltre. Imperdibili le esibizioni dei keniani Black Blues Brothers, con le incredibili piramidi umane che hanno incantato anche Papa Francesco, e dei messicani Quetzalcoatl, con il loro spettacolo tribale di fuoco. Dall'India i Milon Mela porteranno nella storica cittadina del Bellunese la magia della danza e della musica antica.
 
Feltre, (BL), 11 agosto 2017 - Arrivano da ogni parte del mondo gli artisti della 19° edizione di Voilà Festival. Dal 18 al 20 agosto nel centro storico di Feltre (Belluno), con anteprime nelle frazioni il 16 e 17 agosto, le performances di arte in strada, circo contemporaneo e culture del mondo saranno di altissimo livello. Quest'anno, infatti, il nuovo format, basato sulla valorizzazione della location, e la direzione artistica di Aurelio Rota, con maturata esperienza nel campo, hanno posto le basi per un evento che avrà molto da dare al pubblico. Numerosi gli artisti italiani e altrettanti quelli provenienti dall'estero. In particolare, gli acrobati originari dell'Africa Black Blues Brothers, noti per essersi esibiti davanti a Papa Francesco in occasione del Giubileo dello Spettacolo Popolare nel giugno del 2016, i tre artisti domatori di fuoco Quetzalcoatl dal Messico e i Milon Mela, formazione esperta nelle antiche arti performative e nei rituali delle varie regioni dell'India.
 
I Black Blues Brothers, cinque acrobati in stile americano ma con l'Africa nel sangue, domenica 20 agosto a Voilà porteranno in scena un'incredibile carica di energia sulle note di brani rhythm&blues. Tra limbo, salti mortali e piramidi umane questa band presenterà uno show adatto a un pubblico universale, dove a parlare sono la musica e il virtuosismo acrobatico. I Quetzalcoatl, nati nel 2000 nella città di Puebla in Messico, saranno a Voilà Festival dal 18 al 20 agosto. La loro performance basata sulla potente unione tra fuoco, ritmo e terra, con l'utilizzo di strumenti musicali della cultura Azteca messicana, daranno vita a uno stile rituale inconfondibile. Il fuoco, da sempre paura ancestrale, sarà domato e esaltato dalla straordinaria abilità dei tre artisti, trasportando gli spettatori in un viaggio immaginario in una Terra lontana. I Milon Mela sono una formazione che da vent'anni svolge una ricerca sulle antiche arti performative e sui rituali delle varie regioni dell'India riproponendoli al pubblico in uno spettacolo suggestivo. In scena in tutte e tre le giornate dell'evento, i maestri delle varie arti dei Milon Mela faranno conoscere la danza Gothipua dell'Orissa, ai confini con il contorsionismo, la musica dei Baul del Bengala, la danza Chhau del Bihar con le splendide maschere e le roteanti evoluzioni, l'antica arte marziale Kalaripayattu del Kerala e il fachirismo Hatha Yoga con figure mozzafiato. Una menzione particolare va anche ai Fekat Circus, compagnia dell'Etiopia che promuove il circo tra i giovani africani come strumento di riscatto sociale e opportunità professionale, l'argentino Tomate, esilarante clown dalla comicità surreale che chiude la sua tournèe proprio a Voilà Festival, e Jesus Fornies, artista spagnolo tra i più abili al mondo nella giocoleria con i palloni da calcio la cui bravura è stata sancita allo show di Maradona per la tv argentina.
 
Tanti altri gli artisti e le compagnie di circo contemporaneo e arte in strada presenti a Voilà Festival. Marta Finazzi con lo spettacolo "Immaginaria", All'incirco varietà, El Nino Retrete e Luca Chieregato con "Chiedimi una Storia". Anche la musica sarà protagonista della manifestazione con Bandarandan, Peppino e Fedele e altri musicisti con esibizioni su generi vari. Per i bambini divertenti spettacoli, laboratori e animazione di giocoleria e costruzione di giochi antichi tenuti da Fede Scoch e Pepita. A fare da cornice agli spettacoli di Voilà ci sarà anche un mercatino, con stand di artigianato, prodotti naturali e tutto ciò che è affine all'anima del Festival.
 



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 10 agosto 2017

Spettacoli. Al Valmontone Outlet Summer Festival la comicità di Gabriele Cirilli, sabato 12 agosto

Roma, 10 agosto 2017 – Continuano gli appuntamenti con la comicità d'autore al Valmontone Outlet. Sabato 12 agosto saranno i mille volti di un mago dell'umorismo come Gabriele Cirilli a intrattenere il pubblico del Valmontone Outlet Summer Festival, la manifestazione che porta grandi live e spettacoli gratuiti nel villaggio dedicato allo shopping in provincia di Roma, giunto ormai al suo penultimo appuntamento.

Attore poliedrico, imitatore, comico, ma anche capace di un forte carica drammatica formatosi alla scuola di Gigi Proietti, con quasi trent'anni di carriera alle spalle, Cirilli proporrà una galleria dei personaggi che l'hanno reso famoso, da Orietta Berti al Gang nam style di PSY fino all'indimenticato Maestro Pavarotti, per ripercorrere i suoi successi, dalle prime partecipazioni da Zelig, fino a "Tale e quale show".

Dopo l'appuntamento con Gabriele Cirilli, il Valmontone Outlet Summer Festival si preparerà all'ultimo appuntamento in programma con Pino e gli anticorpi (sabato 19 agosto).

Le serate del Festival sono anche l'occasione per fare shopping sotto le stelle dal momento che l'outlet resterà aperto fino alle 24 con la possibilità per tutti i visitatori di partecipare a un concorso instant win. 

Il Valmontone Outlet è situato a 40 km da Roma, lungo la direttrice Roma-Napoli, all'interno del Polo Turistico Integrato di Roma-Valmontone, che comprende anche il parco divertimenti Rainbow MagicLand. Con oltre 6,6 milioni di visitatori annui è il Factory Outlet Centre più frequentato d'Italia e ospita 180 negozi su una superficie di oltre 40.000 mq, la prima food court in un outlet italiano con 7 diverse proposte di ristorazione, su 3.000 mq di superficie, e 3.000 posti auto.  Aperto 7 giorni su 7, anche domenica e nei giorni festivi, è facilmente raggiungibile in auto dall'Autostrada A1.

VALMONTONE OTULET SUMMER FESTIVAL
PROGRAMMA:

15 luglio  – Tony Hadley
22 luglio – Emis Killa
29 luglio – Raf
5 agosto – Claudio Lauretta
12 agosto – Gabriele Cirilli
19 agosto – Pino e gli Anticorpi

Valmontone Outlet, Via della Pace, Valmontone (RM)
INGRESSO GRATUITO dalle ore 20 con pre show a cura di Dimensione Suono Roma







--
www.CorrieredelWeb.it

Teatro del Lido di Ostia 12 e 13 agosto: Daniele Fabbri e Social Comedy Club con Il Soldato Fanfarato

Per Teatri D'Arrembaggio al Teatro del Lido di Ostia

Il Social Comedy Club con Il Soldato Fanfarato diretto da Daniele Fabbri

10 tra i più interessanti comici romani – Daniele Parisi, Chiara Becchimanzi, Nano Egidio, Giulia Vanni Cecilia D'Amico - alle prese con il Miles Gloriosus di Plauto

12 agosto, ore 21.00 Teatro del Lido - Via delle Sirene, 22, Ostia (Roma).

Ingresso gratuito

Sarà un fine settimana di comicità irriverente e al limite tra la follia e il non sense quello proposto il 12 e 13 agosto al Teatro del Lido di Ostia per Teatri d'Arrembaggio, alle ore 21.00 a ingresso gratuito, con ospiti sabato il Social Comedy Club, con il suo esilarante esperimento "Il Soldato Fanfarato" tratto dal "Miles Gloriosus" di Plauto diretto dall'attore e stand up comedian Daniele Fabbri, e domenica il duo circense dei Chen Barbù Malrasè.

Sabato 12 agosto, con la squadra del Social Comedy Club, con Daniele Parisi, Nano Egidio (Marco Ceccotti, Francesco Picciotti, Simona Oppedisano), Cecilia D'Amico, Giulia Vanni, Chiara Becchimanzi, Emanuele Avallone, Daniele Spadaro, Stefano Usai, va in scena per Teatri d'Arrembaggio "Il Miles Gloriosus" ovvero "Il soldato fanfarato", liberamente tratto dal Miles Gloriosus di Tito Maccio Plauto.

«Quando Plauto ha scritto il Miles Gloriosus, non sapeva di stare componendo un "grande classico", stava semplicemente raccontando una storia divertente per intrattenere il pubblico di allora. Noi vogliamo prendere in prestito la sua storia, per intrattenere a modo nostro il pubblico di oggi.» Il Soldato Fanfarato è il primo spettacolo che prova a sperimentare l'insieme di generi comici moderni al servizio della cultura, infatti il cast del Social Comedy racconterà a suo modo la storia del MILES GLORIOSUS, tra le principali opere del commediografo romano PLAUTO. I 10 artisti del Social Comedy Club "faranno a pezzi" il testo originale della commedia, le varie parti verranno rielaborate ognuna con uno stile diverso, e riassemblate insieme per dare vita ad uno spettacolo folle, un varietà culturale imprevedibile, un vero esercizio di stile teatrale nato per divertire, educare e svecchiare un patrimonio artistico che può regalarci ancora tante risate!

Domenica 13 agosto, la comicità incontra il circo, con il Duo Chien Barbu mal Rasè in Chien Barbu mal Rasè. La compagnia della Settimana Dopo, in collaborazione con il clown Smisu Rato, ci propone La storia del circo raccontata attraverso l'esecuzione di numeri classici e contemporanei.Un'idea geniale… peccato che i due conferenzieri non abbiano studiato, e ogni volta reinterpretino i numeri e la loro origine secondo quello che gli passa per la testa. Litigiosi e ubriaconi si fanno continuamente dispetti, rischiando di uccidere il proprio compagno con un numero di fachirismo o di rompersi l'osso del collo tuffandosi in un bicchierino da caffè.

Il ricco week end prevede anche, sabato 12 agosto alle ore 16, un laboratorio gratuito di teatro danza per bambini/e dai 6 anni in su a cura della Compagnia Valdrada: "Storie senza parole", per raccontare senza parlare, liberando l'espressività del corpo.

La manifestazione Teatri d'Arrembaggio èideata dall'Ass. Cult. Valdrada, interamente gestita da giovani artiste under 35, in net-working con l'ente pubblico Teatro del Lido/TiC e il Roma Fringe Festival. L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE; da quest'anno diventa triennale, assicurando i cicli di eventi sino al 2019.  


--
www.CorrieredelWeb.it

'Un profilo per due': la commedia sull'amore al tempo dei social network. Dal 31 agosto al cinema


UN PROFILO PER DUE
dal 31 agosto al cinema con Officine UBU
la tenera commedia francese sull’amore e l’amicizia al tempo dei social network

 LA SEDUZIONE NON HA ETÀ…

È in arrivo nelle sale italiane, distribuita da Officine UBUUn profilo per due, la tenera e divertente commedia francese diretta dal regista e sceneggiatore Stéphane Robelin (E se vivessimo tutti insieme?) e interpretata dall’icona del cinema d’oltralpe Pierre Richard (La capra, Lost in Paris), Yaniss Lespert e Fanny Valette.

Un film sull’amore, la solitudine, l’amicizia e le relazioni nell’epoca dei social network. L'ottantenne Pierre e il giovane Alex sono i protagonisti di questa brillante storia: due generazioni a confronto, l’uno intraprendente, l’altro goffo, in una trasposizione in chiave moderna del Cyrano de Bergerac.

Un profilo per due narra le vicende di Pierre (Pierre Richard), anziano vedovo senza più stimoli che scopre un mondo nuovo e pieno di risorse navigando in rete. Presto instaurerà un gioco di seduzione a distanza con una bella e giovane donna, Flora (Fanny Valette), conosciuta su un sito di incontri. Avendo mentito sulla sua età, Pierre convincerà Alex (Yaniss Lespert), il suo timido insegnante di informatica trentenne, a incontrare la ragazza al suo posto…

“È un film su un uomo che trova un’amicizia per sfuggire alla solitudine e riscopre il desiderio di vivere – racconta il regista Stéphane Robelin. Il fatto che abbia settanta o ottant’anni non fa differenza. Ciò che conta è che un uomo scopre una nuova giovinezza e il gusto per la vita. È una commedia. I personaggi si divertono, discutono, ridono, mentono, giocano a nascondino con la verità…. Con il solo scopo di trovare la felicità.”

“Ho riso la prima volta che ho letto la sceneggiatura… - afferma Pierre Richard. I dialoghi erano così brillanti che non vedevo l’ora di essere sul set. Inoltre, alla mia età, interpretare il ruolo del seduttore… La prospettiva era allettante!”


Sinossi
L’ottantenne Pierre vive in solitudine da quando è mancata la moglie. Per questo sua figlia decide di regalargli un computer, nella speranza di stimolare la sua curiosità e – perché no? – di permettergli di conoscere nuove persone. Grazie agli insegnamenti del trentenne Alex, Pierre impara a navigare e presto s’imbatte in un sito di appuntamenti online. 

Utilizzando l’identità di Alex, Pierre conosce Flora63, un’affascinante giovane donna, e se ne innamora. Anche la giovane rimane affascinata dallo spirito romantico dei suoi messaggi e gli chiede un appuntamento. Intrigato da questa nuova avventura, Pierre deve a questo punto convincere Alex ad andare all'incontro al suo posto…

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *