Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 26 agosto 2016

Quartieri dell'Arte 2016. Il Programma completo



​​QUARTIERI DELL'ARTE 2016
Viterbo
4 settembre / 3 novembre

Festival Internazionale di teatro e drammaturgia



Parte domenica 4 settembre a Viterbo la XX edizione del Festival Quartieri dell'Arte. Il direttore artistico Gian Maria Cervo e il co-direttore Alberto Bassetti annunciano il calendario teatrale completo.

10 i paesi coinvolti: Belgio, Germania, Italia, Norvegia, Russia, Spagna, Uk – Regno Unito e Ungheria. Più di 60 spettacoli. 11 prime mondiali. Ci sarò non ci essendo come ci sarò essendoci, è il titolo del ciclo che si chiude con questo ventennale, fondato sulla comparazione degli orientamenti politecnici e polivocali del teatro rinascimentale con le istanze del teatro contemporaneo.

Apre La Fura dels Baus con una nuova edizione di "Free Bach 212", innesto spettacolare tra drammaturgia contemporanea, concerto e bier fest. Allestimento site-specific nella ex-Chiesa di Santa Maria delle Fortezze, il luogo che anticamente accoglieva le fiere della Città di Viterbo. 

Venerdì 9 settembre (con replica sabato 10 e domenica 11) viene proposta in prima mondiale - con doppia versione italiana e norvegese e la coproduzione del Teatro Nazionale di Oslo - l'opera "Det er Ales", del grande drammaturgo norvegese Jon Fosse, introdotto per la prima volta in Italia nel 2001 proprio da QDA.

Fra gli altri importanti debutti, "Pericle, principe di Tiro" (mercoledì 7 settembre) con la regia di Lorenzo D'Amico de Carvalho, nei luoghi di Goffredo da Viterbo, fonte del testo shakespeariano, e "Il colore del sole" (sabato 24 e domenica 25 settembre) dal romanzo su Caravaggio di Andrea Camilleri adattato per il palcoscenico da Gian Maria Cervo per la regia di Franco Eco

L'opera racconta, tra passato e presente, le vicende di Caravaggio in fuga da Malta e lo stesso Camilleri è uno dei personaggi, coinvolto in una serie di misteri via via più fitti e inquietanti.

Nelle officine del Festival sono in via di evoluzione le opere "Il tempo libero" (sabato 1 e domenica 2 ottobre) di Gian Maria Cervo e dei fratelli Presnyakov, e "Narcissus" di Alberto Bassetti, James BidgoodMichel Marc Bouchard, Gian Maria Cervo, Chris GoodeAntonio Ianniello e Anna Romano

Un programma all'insegna della contaminazione  e della polivocalità nelle arti, che affianca grandi artisti internazionali a giovani emergenti o all'inizio della loro carriera, dando vita a un ibrido straordinario tra festa laboratorio e spettacolo, capace di attrarre un pubblico sempre crescente. 

La locandina 2016 è stata realizzata da Makkox, alias del celebre fumettista e blogger Marco Dambrosio (Gazebo, Rai Tre)


The Masque of Beauty:  Fashion for Theatre è fra le più curiose novità di quest'anno, a cura di Yuliya GalychevaGiuseppe Giulio Leila Tavi. 

Si tratta di una proposta articolata in 8 eventi, che associa il percorso creativo di brand, stilisti e artisti europei a quello degli eccezionali interpreti e autori del teatro internazionale contemporaneo coinvolti nel festival, dalla Fura a Andrea Camilleri. 
Fashion designers: Serge BensimonEdithmarcel, Anton Giulio GrandeLa Metamorphose di Nadia Dzyak ed Ewa Gawkowska, Olga SholohAlberto TerranovaRóbert VrzalaAlessandro Vulcano
Special guests, il collezionista e creative designer Giano del Bufalo, e lo chef stellato Salvatore Tassa che, insieme alle creazioni di Anton Giulio Grande saranno fra i protagonisti di Ristorante Bosch, evento speciale ispirato all'opera del pittore olandese (sabato 8 e domenica 9 ottobre)

Il progetto Shakespeare Lives, in collaborazione con il British Council celebra i 400 anni dalla morte di William Shakespeare con allestimenti di testi del Bardo associati alla messa in scena di eleganti riscritture; Hybrid Plays - A Cultural Translation Project, in collaborazione con Allianz Kulturstiftung di Berlino propone l'incontro drammaturgico tra autori senior e junior di diversa nazionalità; il progetto Carlo Vincenti celebra il grande pittore viterbese a 70 anni dalla sua nascita e quasi a 40 dalla morte.

Grazie all'apporto del progetto EU Collective Plays! co-finanziato dal Programma Creative Europe dell'Unione EuropeaQuartieri dell'Arte diventa centro di eccellenza per la produzione di opere collettive e polivocali. 

Partner di QDA nel progetto: la Fura dels Baus, la FOPSIM di Malta, la KHIO di Oslo, Prime Cut Productions di Belfast, Forteresse di Bruxelles, il Teatro Reale di Zetski Dom del Montenegro e gli italiani di Gramigna. 


In questo percorso di crescita costante è vitale consolidare ulteriormente il rapporto con le istituzioni che da molti anni sostengono Quartieri dell'Arte: il Mibact che già lo scorso anno ha incrementato il supporto al Festival, la Regione Lazio che per molti anni è stato il principale sostenitore di QdA, i Comuni di Viterbo e Vitorchiano, la Fondazione Carivit 

INFO E PRENOTAZIONI:
FB 


--

www.CorrieredelWeb.it

I migliori titoli del panorama internazionale al Festival del Cortometraggio di Albano Laziale


Nel weekend tre giorni di proiezioni con ospiti speciali

Definito il programma della seconda edizione del festival del Cortometraggio di Albano Laziale.

Dopo il successo riscosso l'anno scorso si rinnova l'appuntamento si terrà nella sala conferenze del museo Civico "Mario Antonacci", in viale Risorgimento 3, nella prestigiosa villa in stile neoclassico dei Marchesi Ferrajoli.

Tre giorni dedicati alla migliore produzione del circuito del corto internazionale, da venerdì 26 agosto a domenica 28 agosto, con proiezioni di titoli che hanno riscosso grande successo raccogliendo premi in tutto il mondo, dal David di Donatello alla sezione Orizzonti della Biennale di Venezia.

In ogni giornata sarà il pubblico di Albano Laziale a votare per il proprio corto preferito, decretando il vincitore del Premio Corto Circuito di Albano Laziale nelle varie sezioni (miglior film, miglior soggetto originale, migliore sceneggiatura). Ogni sera gli spettatori avranno a disposizione una scheda di valutazione per votare i cortometraggi in concorso in base alla preferenza generale, all'originalità e al soggetto.
Le proiezioni cominceranno alle 21 e saranno a ingresso gratuito.

Le tre serate sono organizzate in collaborazione con il LIF (Levante International Film Festival) e vedranno la partecipazione di ospiti speciali. Domenica 28 agosto per le premiazioni e la consegna delle targhe ci sarà Nicola Calocero, critico cinematografico.
Questo il programma completo della manifestazione:

Venerdì 26 Agosto
21:15 La ballata dei senzatetto di Monica Manganelli
Genere: Animazione
Tommaso è il protagonista della storia. Attraverso gli occhi del giovane protagonista si mette in evidenza il concetto e la fasi di rinascita di un territorio e della sua comunità dopo il terremoto che ha colpito l'Emilia Romgna. Ad accompagnarlo in questa storia, una Lumaca, simbolo di tenacia di chi lentamente cerca di rialzarsi. I personaggi sono interamente realizzati e animati in 3D.

21:30 L'Aurora che non vedrò di Mimmo Mongelli
Genere: Drammatico
Un uomo di mezza età si lascia rapire dalle immagini di filmini d'epoca (fine anni '50) in bianco e nero, girati in 8 mm, proiettati sullo schermo di un grande salone privato, dal glorioso passato.

21:45 Argento di Nicola Pertino
Genere: Drammatico
Un ragazzo, perso il lavoro, cerca un equilibrio fatto di attesa, di interrogativi e di abbandono alla realtà: le chiacchiere con gli amici, l'amore per una donna, un'alba sugli scogli. Tanto anche l'argento non vale più nulla.

22:05 How didn't become a Piano Player
Genere: Commedia
Ted è il bambino più maldestro che esista al mondo. Alla disperata ricerca della propria vocazione, sembra trovarla quando il padre porta a casa un vecchio pianoforte.

Premi: più di venti riconoscimenti internazionali, tra cui quello della Royal Television Society Awards

22:15 The present
Genere: Animazione
Un ragazzo riceve in dono un cane disabile. Dopo un primo brusco rifiuto, i due diventeranno amici.

22:30 Varicella
Genere: Drammatico
Un uomo e una donna discutono della necessità di far prendere la varicella al figlio. Dietro il dialogo si nasconde però un disagio familiare più profondo.

22:45 Kastorov. Scacco Matto all'Occidente
Genere: Commedia
Campione di scacchi conquista l'Occidente una partita dopo l'altra.

Sabato 27 Agosto
21:20 La Regina Bianca
21:40 The baby di Alì Asgari
Genere: Drammatico
Narges e la sua amica hanno a disposizione poche ore per trovare qualcuno che si prenda cura della sua bambina per qualche giorno.

Premi: premiato in più di 75 festival internazionali, tra cui la Biennale di Venezia (sezione Orizzonti), il Sydney Film Festival e il Beirut International Film Festival

21:55 Bellissima di Alessandro Capuani
Genere: Drammatico
Veronica ha vent'anni ed è imprigionata in un enorme corpo obeso. Durante una festa in discoteca subisce lo scherno di un ragazzo, che la prende in giro proprio per il suo aspetto fisico. Disperata, Veronica si nasconde nei bagni della discoteca convinta che fra le mura chiuse di quel posto nessuno possa vederla e giudicarla. Il destino però ha in serbo una piacevole sorpresa per lei.

Premi: David di Donatello (miglior cortometraggio), Offline Film Festival (Irlanda), Corto Pepper Fest, As Film Fest

22:10 Per Vendetta di Alessandro Grassi
(Fuori concorso) - Ospite Alessandro Grassi

22:25 Post it
Genere: Commedia
A volte accade di incontrare qualcuno sulla panchina del bus che cambia la prospettiva delle cose.

22:40 Chattiamoci
Genere: Commedia
I social network ci permettono di mentire, ma quando ci si scontra con la realtà potrebbero esserci delle brutte sorprese.

Domenica 28 agosto
Ad aprire la serata: Nicola Calocero, critico cinematografico

premiazioni e consegna targhe.
MIGLIOR FILM
MIGLIOR SOGGETTO ORIGINALE
MIGLIORE SCENEGGIATURA

proiezioni Fuori concorso
Tinder sorpresa di Riccardo Antonaroli - Ospite Riccardo Antonaroli
Cinecittà Dream di Daniele Nannuzzi - Ospite Daniele Nannuzzi

--

www.CorrieredelWeb.it

Colleferro. Beatrice Mercuri a Ferrara 28 agosto concerto - Locandina e foto

il  mezzosoprano Beatrice Mercuri  a Ferrara con l'Ensamble Camerata Estense al Bosco del traversante domenica 28 agosto alle ore 18.30 per l'ultimo appuntamento con "Affetti Meravigliosi" di "Valli in Armonia"



Il nostro mezzosoprano Beatrice Mercuri di Colleferro sarà impegnata in un concerto a Ferrara nella suggestiva cornice del Bosco del Traversante con l'Ensemble Camerata Estense. 


Domenica 28 alle ore 18.30 nel terzo ed ultimo appuntamento con "Affetti meravigliosi" di "Valli in Armonia", la rassegna di percorsi musicali, letterari e gastronomici nelle Valli di Argenta, vedrà come protagonista assoluta la voce del nostro mezzosoprano in terra Emiliana. 


"Un viaggio vocale e strumentale negli "affetti" della poetica barocca – ci spiegano gli organizzatori - sentimenti contrastanti, tensioni emotive, violenti chiaroscuri che la musica, misteriosa evocatrice di "meraviglia", scatena nell'animo umano. Una selva nella selva. 


E' l'espressione dei sentimenti nella musica fra Sei e Settecento – concludono – in questo appuntamento si eseguiranno alcune tra le più belle pagine di grandi compositori come Claudio Monteverdi, Arcangelo Corelli, Antonio Vivaldi, Henry Purcell e Georg Friedrich Händel che, con il loro genio, hanno sublimato l'Uomo, rappresentandone musicalmente ogni sfaccettatura emotiva, dall'esaltante gioia alla disperata sofferenza, dal violento desiderio di vendetta alla cieca follia, dal profondo disprezzo all'amore più tenero e dolce". 


Accanto al mezzosoprano Beatrice Mercuri, Luca Mardegan, Jacopo Ferri, Alessandro Fattori (violini), Stella Degli Esposti (viola), Filippo Trevisan, Sorayya Russo (violoncelli), Paolo Molinari (contrabbasso), Fabio Valente (fagotto), Elena Masina Dirani (clavicembalo). 


Prenotazioni obbligatorie entro le ore 12 di sabato 27 agosto presso la Segreteria dell'Ecomuseo di Argenta (FE) c/o Museo delle Valli via Cardinala 1/C – Campotto (da martedì a domenica - ore 9/13), Tel. 0532/808058 - 329/8323750 - email: info@vallidiargenta.org. Per informazioni: Centro Culturale Mercato IAT - Tel. 0532/330 276 - Numero Verde 800 111 760


Il programma prevede l'esecuzione di: 

A. Corelli: Trio sonata op. 2 n. 12 in sol maggiore "Ciaccona" per 2 violini e basso continuo; C. Monteverdi: Disprezzata regina, G. F. Händel: L'aura che spira, H. Purcell: When I am laid in earth, A. Corelli: Trio sonata op. 2 n. 1 in re maggiore per 2 violini e basso continuo, G.F.Händel, Cara speme, G. F. Händel: Scherza, infida, G. F. Händel: La giustizia ha già sull'arco, G. F. Händel: Crude furie, A. Vivaldi: Trio sonata op. 1 n. 12 in re minore RV63 "La Follia" per 2 violini e basso continuo.



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 25 agosto 2016

Teatro e musica al Festival della Comunicazione (Camogli, 8 - 11 settembre)


FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE

III edizione

Camogli, 8 - 11 settembre 2016

 

Dopo le prime due edizioni che lo hanno affermato come uno degli appuntamenti culturali più importanti e apprezzati in Italia, tornerà a Camogli da giovedì 8 adomenica 11 settembre il Festival della Comunicazione.  


La manifestazione, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzata dal Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria. 


Quattro giornate, con oltre un centinaio di appuntamenti tra incontri, laboratori, spettacoli, mostre ed escursioni e più di 130 ospiti italiani e internazionali provenienti dal mondo della comunicazione, della letteratura, della scienza, delle imprese, della medicina e della psicologia, dell'arte, dei social network, del diritto, della filosofia. 


Il macrotema individuato per questa terza edizione da Umberto Eco: il world wide web


«Aveva già scelto il titolo della sua lectio Pro e contro il web» spiegano Rosangela Bonsignorio e Danco Singer «voleva, nelle giornate del Festival, analizzare tutte le implicazioni sociali, culturali, politiche, educative che questa rivoluzione ha comportato. E noi, con gli ospiti che hanno accettato il nostro invito, porteremo avanti il suo auspicio».


Come è tradizione del Festival, spazio anche agli spettacoli: teatro e musica per un ulteriore e inedito sguardo sul mondo della comunicazione. Con Gianni Coscia (Gianni Coscia con piccola fisarmonica), Andrea De Carlo (Parole e musica), Claudio Bisio e Michele Serra con Denise Pardo (Padri e Figli: iperconnessi ma scollegati?), Marco Travaglio che porterà in scena, con Giorgia Salari nei panni del ministro Maria Elena Boschi, le ragioni del Sì e del No al referendum sulla Costituzione (Perché No).


Infine, una notte a teatro con Dolores e, per gli appassionati di film, le serate di cinema sotto le stelle, con una minirassegna dedicata a Roberto Benigni (Johnny StecchinoPinocchioLa vita è bella).

 

Come tutti gli anni, il Festival propone un ampio programma di laboratoriworkshop e attività collaterali, studiati per le diverse fasce d'età. 


Per ragazzi e adulti, le proposte spaziano dalla letteratura alla scienza, dalla formazione alla tecnologia; ricchissimo anche il palinsesto per i più piccoli, cui sono dedicati sei appuntamenti.


Durante i giorni della manifestazione sarà visitabile la mostra La rete dell'arte nella rete della vita, che presenterà un'ampia selezione di opere della Collezione Remotti.


Per gli amanti dell'aria aperta, tornano le escursioni alla scoperta del patrimonio naturale dell'Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e del Monte di Portofino.

 

Novità di quest'anno è il contest su Twitter promosso dal Festival della Comunicazione, da Longanesi e da Il Libraio, un'attività di comunicazione dedicata agli aforismi di Leo Longanesi. 


Tutti saranno invitati a reinterpretare le scoccate letterarie su Cultura e libri, Cialtronismo, Amore, Italia.


Ad animare i canali social del Festival, quest'anno sarà una squadra di 8 studenti-reporter provenienti dalla scuola Holden, selezionati in base a un concorso, che durante la manifestazione produrranno contenuti ad hoc per raccontare le quattro giornate.

 

Il Festival della Comunicazione è organizzato in collaborazione con l'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, l'Ente Parco di Portofino, l'Area Marina Protetta di Portofino, il Talent Garden di Genova, l'Università degli Studi di Genova, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol, FME Education.


A Camogli, in un clima di accoglienza e coinvolgimento, gli ospiti – storici volti del Festival o nuovi compagni di viaggio – discuteranno con un linguaggio accessibile a tutti le opportunità e le potenzialità di questo straordinario strumento, immaginando gli scenari futuri e le vie da seguire, a venticinque anni dalla pubblicazione del primo sito web.


Tutte le iniziative del Festival sono gratuite e aperte al pubblico fino a esaurimento posti. 


Per circa metà dei posti disponibili per ciascun evento sarà possibile effettuare una prenotazione online fino al 5 settembre.


Informazioni: www.festivalcomunicazione.it

Facebook: FestivalComunicazione - Twitter: FestivalCom

Instagram: festivalcomunicazione – CanaleYoutube: FestivalComunicazioneit





--
www.CorrieredelWeb.it

Astragali TEATRO. Avvio rassegna teatrale c/o le Distillerie De Giorgi di San Cesario di Lecce





Verso le alchimie. Il teatro nelle distillerie.

Si chiama "Verso le alchimie-Il teatro nelle distillerie" e inizia venerdì 26 agosto la rassegna teatrale ospitata nelle Distillerie De Giorgi di San Cesario di Lecce a cura di AstràgaliTeatro.

Primo appuntamento con"Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei".

Un caleidoscopio. Un teatro dalle mille sfaccettature. La poesia di Ovidio che si stempera nei cunti fantastici e barocchi di Giovambattista Basile per poi incontrare la Circe di Margaret Atwood con una rilettura al femminile della seduzione e, infine, le musiche travolgenti e struggenti della tradizione gitana.

E' il caleidoscopio di "Verso le alchimie. Il teatro nelle distillerie" che si apre a San Cesario di Lecce presso le Distillerie De Giorgi il 26 agosto con "Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei" di Astràgali Teatro.

La rassegna prosegue poi il 2 settembre con il Teatro Diaghilev di Bari in "La favola de Zoza" con Paolo Panaro accompagnato da un trio musicale, il 10 settembre con "Circe/Fango" di Accademia Amiata Mutamenti e si conclude il 16 settembre con "ROMA! Suoni, parole, tamburi della cultura Rom", festa di musiche, parole e visioni con AstràgaliTeatro e

Ispirato alle Metamorfosi di Ovidio, "Metamorfosi_Donne che resistono alla violenza degli dei" è il "poema delle trasformazioni", della incessante metamorfosi delle creature incalzate dalla violenza degli dei.

Una fitta trama di storie, dove la presenza femminile è segno di una forte resistenza, di opposizione al conflitto, alla guerra, alla discriminazione.

La scrittura e la regia sono di Fabio Tolledi; in scena Lenia Gadaleta, Roberta Quarta, Simonetta Rotundo, Petur Gaidarov, Onur Uysal, Jean-Baptiste Hamado Tiemtoré, le musiche sono degli Insintesi (Alessandro Lorusso, Francesco Andriani).

"Verso le alchimie-Il teatro nelle distillerie"è un progetto corale che si realizzain collaborazione con Centro Italiano dell'International Theatre Institute-Unesco, Associazione Variarti, Teatro dei Veleni, Zemrude, con il patrocinio del Comune di San Cesario di Lecce e sostenuto dalla Regione Puglia-Assessorato Industria Turistica e culturale FSC 2007-2013 e dal Teatro Pubblico Pugliese.

Ingresso libero

PROSSIMI APPUNTAMENTI
2 settembre
Diaghilev Teatro di Bari con Paolo Panaro
LA FAVOLA DE ZOZA
Da lo Cunto de li Cunti di Giambattista Basile

10 settembre
Accademia Amiata Mutamenti di Grosseto
CIRCE/FANGO
Da Circe di Margaret Atwood

16 settembre
Astràgali Teatro e Mascarimirì
ROMA! Suoni, parole, tamburi della cultura Rom

Per informazioni 0832.306194 - 3209168440 oppure teatro@astragali.org

PIU' INFORMAZIONI SU
"METAMORFOSI_DONNE CHE RESISTONO ALLA VIOLENZA DEGLI DEI"
Dov'è la sorgente della mitologia? in noi? soltanto in noi?


In quelle tele si tesse lana color porpora che fu tinta in recipienti di bronzo di tiro e lana d'altri colori meno brillanti, che sfumano inevitabilmente l'uno nell'altro come avviene nell'arcobaleno.


Lo si vede, quando i raggi del sole si rifrangono nelle gocce di pioggia, tingere un largo tratto di cielo con la sua immensa striscia curva in cui splendono mille colori diversi… nel tessuto vengono aggiunti anche fili di duttile oro e su ogni tela appaiono descritti e avvolti gli episodi di un'antica storia.


"Le Metamorfosi", il poema della incessante trasformazione, si fa teatro.


Si fa immagine concreta, visione, corpo. Scena del conflitto indicibile tra la divinità e l'umano, della hybris divina, della disperata e fiera resistenza/resilienza dei viventi. Di un dio che, divorato dal desiderio, fa dello stupro la sua arma implacabile. E di donne che, anche nel mito, costituiscono il segno indelebile di una resistenza, di una altrettanto implacabile opposizione al conflitto, alla guerra, alla violenza.


Dopo aver indagato le forme del rito e del teatro in un corpo a corpo con la tragedia e la commedia dell'antica grecia, Astràgali Teatro si rivolge stavolta a "Le Metamorfosi" ovidiane, nella necessità di una relazione e di una esplorazione del mito e delle sue forme. Esplorazione per nulla rassicurante né tantomeno consolatoria, come già aveva compreso Aby Warburg quando aveva parlato di "mitologia viva".


Viva come sono vive, meravigliosamente e drammaticamente, Atena e Aracne in quella stanza dove si celebra la gara della tessitura, la potenza degli dei ma anche la loro tracotanza e violenza e si narra, ancora una volta, della resistenza dell'umano al divino allorché la famosa tessitrice della Lidia sfida in una gara Minerva, la dea che protegge fili e telai.


L'esito della gara è terribile, perché tremenda è la condanna di Aracne per aver violato l'interdetto e narrato il segreto degli strupri divini.


Così nel mito vive la storia di donne che attraversano il nostro mare, al bordo tra la vita e la morte, chiamate a cambiare pelle verso una nuova condizione, a patto di perdere la memoria e – forse – parte del senso di sé. Metamorfosi è, allora, la voce delle donne che cantano la vita, che irridono ai loro aguzzini, che richiamano alla necessità di una vicinanza e una prossimità solidale dinanzi alla violenza che -ci- divide.






PIU' INFO SU LE DISTILLERIE DE GIORGI www.distilleriadegiorgi.it






--

www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI